Archivio tag: torta

Torta zebrata alle spezie

Un pomeriggio piovoso è perfetto per fare un dolce. Specialmente se la vostra bimba (o bimbo) è appassionata di programmi televisivi dove si preparano torte e dolcetti vari, e l’altro giorno ha visto la preparazione della Torta zebrata (giusto per la cronaca dovete sapere che noi ogni giorno alle 14 ci guardiamo Antonella Clerici e i suoi Dolci dopo il tiggì…).
“Mamma, la facciamo?!”
Certo a mamma, ma con l’impasto che dico io… Tutti in cucina!

IMG-20150226-WA0009

L’impasto chiaro:
100 g di farina integrale di farro
50 g di farina tipo 0
70 g di zucchero
1 uovo
50 ml di olio di girasole e 70 ml di acqua tiepida
un cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di curcuma

L’impasto scuro:
100 g di farina integrale di farro
30 g cacao amaro
20 g farina tipo 0
70 g di zucchero integrale di canna
1 uovo
50 ml di olio di girasole e 80 ml di acqua tiepida
un cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di cannella
buccia di arancia

Cominciate con l’impasto chiaro. Mescolate farine, lievito, curcuma. Montate per bene l’uovo intero con lo zucchero e aggiungete l’acqua e l’olio emulsionati in una bottiglietta e poi le farine, mescolando con una frusta.
Per l’impasto scuro usate stesso procedimento (aggiungendo la buccia d’arancia alle farine).
Foderate la teglia con la carta forno. Con il cucchiaio prelevate i due impasti, alternandoli e mettendoli sempre nello stesso punto. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 40 minuti.

Ovviamente per fare la Torta zebrata potete usare la vostra ricetta preferita, è un semplice impasto per la ciambella. Io ho usato la mia ricetta universale preferita, che non è molto dolce. E non amo fare i dolci nel robot, la farina andrebbe incorporata sempre a mano poiché il risultato finale è più soffice (il consiglio di una chef televisiva).

2015-02-27 07.11.15

P.S. Se vi chiedete perché faccio due impasti invece di farne uno solo aggiungendo il cacao, ve lo spiego subito: Il cacao funge da farina e quindi incorporandolo all’impasto diventerebbe più duro. Quindi se uso il cacao, metto meno farina (es: se devo mettere 30 g di cacao, metto 30 g in meno di farina).

1,372 Visite totali, nessuna visita odierna

Tutorial – la torta di pannolini

Notizia shock: sono un’amministratrice dell’associazione MOM. Non è l’incipit della mia presentazione all’alcolisti anonimi, ma premessa fondamentale per la scrittura di quest’articolo.

Le amministratrici di quest’associazione sono 10 e nel corso del 2014 ben 3 di esse sono state prese di mira dalla cicogna. Claudia Gabrieli è diventata mamma per la seconda volta lunedì 20 ottobre e noi amiche/amministratrici abbiamo seguito passo passo il travaglio ed il parto riuscito con successo e a tempi di record. Benvenuto Domenico!

Detto ciò, veniamo al tutorial. Io, Laura Giannatelli e Maria Bruna Pisciotta ci siamo cimentate nella nostra prima torta di pannolini, omaggio che noi amministratrici dell’associazione MOM abbiamo fatto al primo bebè  di una “collega”.

COSA OCCORRE

  • Circa 70 Pannolini (il numero varia a seconda della dimensione della torta che vogliamo realizzare)
  • Un vassoio
  • Un rotolo di cartone di uno scottex terminato
  • Un nastro di raso
  • Elastici
  • Oggettini da donare
  • Cartoncino
  • Foglio di cellophane

COME SI FA

Occorre arrotolare ciascun pannolino facendo in modo che la parte superiore si avvolga all’interno, lasciando esterna la parte inferiore del pannolino. Così:

IMG_20141024_094958 IMG_20141024_095004

Se i pannolini hanno dei decori solo su un lato, consiglio di lasciare esterna la parte non decorata, in questo modo la nostra torta sarà tutta “bianca”. Nel caso della nostra prima torta, avevamo a disposizione pannolini misti, tra bianchi e decorati e abbiamo fatto in modo da dare uniformità di colore al risultato finale.

Va fermato ciascun pannolino così arrotolato con un elastico, badando che esso si trovi a metà del pannolino. Quindi vanno assemblati gruppetti da 3 pannolini fermandoli con un elastico.

IMG_20141024_095013

A questo punto avremo tanti gruppi di pannolini da 3. Li disporremo sul vassoio (abbiamo usato quello di plastica bianca, simil-pizzo, ma va bene quello cartonato oppure quello di plastica trasparente) al centro del quale avremo posizionato il rotolo di cartone. Quindi fermeremo tutti i pannolini con il nastro di raso posizionato al centro in modo da coprire gli antiestetici elastici.

IMG_20141024_095025

Passiamo al piano successivo allo stesso modo del primo, ma più piccolo e quindi l’ultimo piano (ho “allungato” il rotolo con un rotolino di cartoncino).

IMG_20141024_095103   IMG_20141024_095234

Con il cartoncino ho ritagliato le lettere del nome del nuovo arrivato e le ho spillate sul nastro del secondo ripiano. Poi ho inserito oggettini vari in omaggio a lui e la sua famiglia (disegnini fatti dai suoi primi amichetti, bavetta, orsacchiotti…). Ed ecco il risultato finale!

IMG_20141024_100008

Per la consegna è stata confezionata la torta con il foglio di cellophane e un fiocco in cima.

Buona “torta” a tutti.

1,829 Visite totali, nessuna visita odierna

Ciambella arlecchino

di Felicia Zuccaro

Ciambella molto carnevalesca, si può preparare con qualsiasi impasto di ciambella.

INGREDIENTI:
– Per la torta
140 gr di burro a temperatura ambiente
300 gr di farina
100 gr di fecola di patate
220 gr di zucchero
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito chimico
100 ml di latte
Scorza di un limone
Scorza di un’arancia
4 uova medie
Una punta di cucchiaio per colore alimentare

– Per guarnire
Zucchero a velo q.b.

PROCEDIMENTO:
Per preparare la torta arlecchino unite in una ciotola lo zucchero, la vanillina e il burro ammorbidito (1) e passateli con uno sbattitore elettrico. Aggiungete le uova (2) intere a temperatura ambiente una ad una fino a che assumeranno una consistenza cremosa (3).

unnamed

Sempre mescolando, aggiungete la scorza del limone e dell’arancia (4) e mescolate. Aggiungete quindi la farina (5), il lievito e la fecola di patate precedentemente setacciati e mescolate bene. Successivamente versate il latte a temperatura ambiente nell’impasto (6).

unnamed-2
Ripartite l’impasto ottenuto in parti uguali in quattro ciotole; lasciatene una con l’impasto naturale e nelle altre tre aggiungete una punta di colorante (7) per alimenti di colore diverso, preferibilmente in polvere. Utilizzate ad esempio il colorante rosso, blu e giallo e mischiate insieme le polveri per ottenere colori diversi. Imburrate e infarinate una tortiera di 18 cm con i bordi alti (una tortiera da panettone), riponete un cucchiaio di impasto al centro (8), poi sovrapponete un altro cucchiaio di impasto di un altro colore (9) sopra il primo,

unnamed-3

poi un altro ancora (10) e procedete disponendo una cucchiaiata di impasto sopra l’altro fino a terminare gli impasti colorati. Man mano che si procede con i colori l’impasto si allargherà (11), andando a ricoprire tutto il diametro della tortiera (12).

unnamed-4

Infornare a 180° per 50/60 minuti, fino a quando, introducendo uno stecchino, questi non risulterà asciutto. Fate raffreddare la torta, toglietela dallo stampo e cospargetela con una spolverata di zucchero a velo. Per rendere la torta arlecchino ancora più allegra aggiungete a piacere decorazioni per dolci colorate.

1,581 Visite totali, 1 visite odierne

Torta “grattugiata”

di Iva Nemcova

Vorrei presentarvi questo dolce, ricordo della mia infanzia, fatto sempre dalla mia mamma nelle grandi occasioni.
La tradizione ceca per questa ricetta prevede : burro, farina raffinata, zucchero bianco… Sono gli ingredienti che ormai non fanno più parte del mio stile di vita che è quello di una mamma salutista (convinta!).
Mi sono quindi permessa di rivisitare la ricetta e devo dire, molto umilmente, che ha riscosso un successo strepitoso in famiglia.

image

Ingredienti per la pasta frolla:
120 g di farina 0
120 g di farina integrale di grano tenero
80 g di zucchero di canna integrale polverizzato
80 g di olio di mais
2 cucchiai di cacao amaro
80 ml di acqua o più
un pizzico di bicarbonato
un pizzico di cannella in polvere

Ingredienti per il ripieno:
800 g di ricotta di capra (acquistata almeno un giorno prima)
100 g di zucchero di canna integrale polverizzato
50 g di scaglie di cioccolato fondente
un bicchierino di limoncello
1/2 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaio di fecola di patate o amido di mais
un albume

Mescolate le farine, cacao, bicarbonato, cannella. Aggiungete i liquidi e formate un impasto elastico e morbido; se non è così aggiungete poco per volta altra acqua fredda. Avvolgete nella pellicola e mettete a riposare in frigorifero per un’ora minimo.
In una terrina mescolate con un frustino la ricotta con lo zucchero, limoncello, curcuma, fecola, albume precedentemente sbattuto fino a formare una crema liscia. Aggiungete il cioccolato.
Foderate con carta da forno una teglia rotonda di 30 cm di diametro e grattugiate (usando una grattugia a fori larghi) dentro, metà dell’impasto, formando uno strato omogeneo. Versate sopra il ripieno di ricotta e ricoprite, sempre grattugiando, con l’altra metà dell’impasto.
Infornate in forno preriscaldato a 180 gradi C per 45-50 minuti.Trascorso il tempo lasciate raffreddare, tagliate e gustate.

4,321 Visite totali, nessuna visita odierna