Archivio tag: teatro

Come si realizza un teatrino

In questo post vi illustrerò un’attività che come sempre ho fatto insieme ai miei figli, un po’ perchè escluderli non è proprio possibile, un po’ perchè non lo vorrei neanche! Il divertimento è assicurato, prima e dopo!

COSA OCCORE
– una grande scatola di cartone (è importante che abbia un lato alto tutto intero e non tagliato in mezzo, ideali sono quelli che contengono frigoriferi oppure, come nel mio caso una scatola usata dai negozi di abbigliamento per il trasporto)
– forbici o taglierino
– righello
– pennelli
– tempere
– stampe
– colori20151026_184016
– stoffa
– nastro
– colla vinilica

IL PROCEDIMENTO
Per prima cosa occorre tagliare la parte posteriore della scatola, questa sarà l’accesso al teatrino per manovrare le marionette.
Con un pennarello e un righello, occorre poi tracciare un rettangolo nella parte alta del cartone che costituirà il palcoscenico. Qui entra molto in gioco la propria fantasia: personalmente ho realizzato una linguetta nella parte bassa della finestra appena creata che funga da piccolo appoggio.
Terminati i passaggi iniziali di ritaglio, si passa alle decorazioni. Le immagini parlano chiaro.

20151026_183951 20151026_192232
Abbiamo proseguito nella decorazione ritagliando delle stampe di disegni che poi i bimbi hanno colorato e attaccato nella parte frontale inferiore del teatrino.

20150925_201212  20151026_192148 20151026_19213620151028_183034

A questo punto si può completare il tutto realizzando due tendine con della stoffa e un po’ di ago e filo.
Questo il teatrino finito.

Immagine

Buon lavoro e buon divertimento!

1,227 Visite totali, nessuna visita odierna

Mettiamo in scena il Natale con le marionette

Questo post segue perfettamente (e non è stato fatto apposta) quello scritto ieri da Maria Carmela D’Adamo.

Si tratta di una cosa che ho fatto l’anno scorso, quando i bimbi erano più piccoli e la “natalità di casa” non poteva esprimersi tanto nell’albero e nel presepe (il secondo proprio non l’ho fatto, mentre il primo ha subito  una moria di palle senza precedenti). Intanto la mia “natalità”, quella che ho dentro, doveva uscir fuori in qualche modo e dalle mie mani sono nate queste:

149786_10151122879046292_1467995692_n

Vi presento Babbo Natale (ma va?!?) ed Elfo Natalino. Essì, hanno nome e cognome perché tra le mie mani hanno preso vita con tanto di scenetta elaborata e scritta da me medesima e che ho avuto pure l’onore di vederla egregiamente rappresentata durante la prima festa di Natale del gruppo MOM.

15624_3871045385675_349990332_n 46432_3871053105868_502495876_n

Volete farlo anche voi per il vostro egregio e ristrettissimo pubblico casalingo? Vi dico io come fare.

Vi occorre del pannolenci colorato, ago, filo e forbici. Ormai un pochino, chi mi segue, lo avrà capito che non sono una cima in precisione, infatti uso i primi strumenti che mi capitano a tiro, apro la mia scatola degli attrezzi e quello che ci trovo ci trovo, in particolare, se potete notare, mi è capitato sotto mano del cotone doppio dorato e l’ho trovato perfetto per le impunture. Per quanto riguarda i disegni sono andata proprio a mano libera e devo ammettere che me la cavicchio, non sono proprio da buttare! Per aiutare chi avesse bisogno di formati da seguire, vi posto i disegni da usare come modelli per tagliare le parti di pannolenci da assemblare in cucitura.

Questo è l’elfetto:

004

 

005

Qui il pdf modello Elfo

E questo è il modello Babbo Natale

003 002 001

Nulla vieta che possiate metterci tutto il vostro estro e fantasia e lasciar stare le carte!

E per completezza ecco il testo che ho inventato:

testo natale

Ditemi un po’: ho un futuro da sceneggiatrice? Broadway mi aspetta??? O no????

Ciao Ciao da Elfo Natalino

68191_10151122879036292_2002417358_n

E da Babbo Natale

 215051_10151122879021292_115291030_n

1,820 Visite totali, nessuna visita odierna