Archivio tag: dolce attesa

NATALE A LONDRA: TOP 5

Lo scorso anno, nel periodo di festa, ero in dolce attesa del nostro piccolo Marco e così, per la prima volta dopo 10 anni, mi sono ritrovata a trascorrere il giorno di Natale a Londra. Dopo tante festività passate a Matera, divisa tra la famiglia di mio marito e la parte italiana della mia, ho potuto passare il Natale con i miei genitori … ed è stato meraviglioso. Tuttavia, la lontananza da casa in tutti quegli anni, non ha mai significato per me dover rinunciare al Natale ‘British’: ormai, infatti, ci eravamo abituati ad anticipare i festeggiamenti natalizi in perfetto stile inglese e a mettere in pratica tutti i riti e le tradizioni più tipiche prima della mia partenza per la bella Italia. E quest’anno non sarà diverso!

A Londra, non è Natale senza:
1. Christmas Pudding (con salsa al Brandy & Ice – Cream )
2. Mince Pies
3. Mulled Wine
4. Christmas Crackers
5. Tacchino Ripieno (con salsa ai mirtilli)

Partiamo dall’inizio:

1. Christmas Pudding
Si tratta di un budino della tradizione britannica, conosciuto anche come budino di prugne, tipico delle cenuntitled (2)e natalizie. Le sue origini risalgono al Medioevo. A dispetto del suo nome….non contiene prugne! È composto, infatti, da tanti tipi di frutta secca, legati tra loro dall’uovo e dalla sugna, viene inumidito dalla melassa e aromatizzato con cannella, noce moscata, chiodi di garofano, zenzero e altre spezie, senza dimenticare la grande quantità di alcol che ne permette la conservazione anche per un anno. La cottura dura molte ore ma, prima di servirlo, basterà scaldarlo al vapore e flambarlo col brandy caldo. Lo si può mangiare in molti modi, accompagnandolo con una salsa consistente, tipo il burro al brandy o al rum oppure, più semplicemente, con panna, crema pasticcera, crema al limone o gelato.

2. Mince-pie
untitled (3) Si tratta di una crostata a base di frutta tritata, tipica della tradizione natalizia. La sua origine si fa risalire addirittura al XIII secolo, quando i crociati europei portarono, al loro ritorno, le ricette mediorientali a base di carne, frutta e spezie che avevano conosciuto.

 

3. Mulled wine
È una untitled (4)bevanda a base di vino rosso, con l’aggiunta di spezie e uvetta. Viene servita calda o tiepida, e può essere alcolica o analcolica. È una bevanda tipicamente invernale, consumata soprattutto nei periodi di Natale e Halloween. Si tratta del vin brulé, tanto per intenderci. La base, in alternativa al vino rosso, può essere costituita dal Porto, oppure dalla combinazione di entrambi.

4. Christmas Crackers
Non lasciatevi ingannare dal nome: i Christmas Crackers non si mangiano! Sono dei cilindri di cartone avvolti in cauntitled (5)rta colorata, tipo caramellona, e contengono una sorpresa. Secondo la tradizione originale, la carta dei crackers va tirata alle estremità da due persone: la persona che si ritrova con in mano la porzione di carta maggiore, vince la sorpresa. Si tratta quasi sempre di piccoli regali: un gingillo di plastica, un motto o una barzelletta scritta su un pezzo di carta, un giocattolo o un enigma da risolvere. Secondo un’altra versione, invece, ognuno ha il suo cracker e, quindi, la sua sorpresa. Solitamente è un cappellino di carta colorata a forma di corona, un richiamo alle celebrazioni di epoca romana, da indossare durante la cena di Natale.

5. Il Tacchino Ripieno con Cranberry Sauce
Come accuntitled (6)ade negli Stati Uniti per il Giorno del Ringraziamento, anche in Gran Bretagna è molto diffusa la tradizione di mettere al centro della tavola un enorme tacchino ripieno (intero!). Il ripieno, almeno nella versione più tradizionale, è composto da pane secco o crostini con cipolla, sedano, sale, pepe e tante erbe e spezie profumatissime. Il tutto condito da una salsa dolce ai mirtilli. GNAM!!!

Ok, ho provato a riassumere il Natale inglese in 5 punti, ma….non bastano! E così ne aggiungo altri 5 alla lista:
6. Gingerbread: immancabili biscotti allo zenzero a forma di omino;
7. le luci di Oxford Street: un tripudio di colori!
8. Winter Wonderland, a Hyde Park: mercatino a cielo aperto, giostre e mille golosità da mangiare;
9. Christmas Jumper: quei maglioni di lana a tema natalizio che vedete nei film!
10. il Discorso della Regina. Beh…poteva mancare?!

Quest’anno, in ogni caso, il nostro Natale sarà magico e indimenticabile: il primo da genitori, con un pupazzetto nuovo di zecca a dividere la tavola con noi!

BUONE FESTE A TUTTI!!!!!!
MERRY CHRISTMAS!!!!!!!!

 

1,472 Visite totali, 3 visite odierne

Maternity style

L’inizio di un post, soprattutto se è il primo che scrivi, è sempre un pò difficile, e quindi ho pensato di rompere il ghiaccio ringraziando subito tutte le MOM che mi hanno permesso di far parte di questo progetto! Detto questo vado al dunque parlando dell’argomento in questione, su cui sono diventata ferratissima, unendo alla mia passione per la moda, le necessità della gravidanza e del corpo che cambia in questo delicato periodo. Attenzione però…ho detto delicato ma non intendo dire che siamo ammalate o soffriamo di qualche strana patologia! Perciò è giusto che prima di tutto ci si senta a proprio agio e comode, senza però vivere per nove mesi in tuta e magari trascusandosi vistosamente. In questi moodboard ho inserito dei pezzi che a mio parere, non possono mancare nel guardaroba premaman, e che altro non sono se non la variante “panciuta” dei must have che tutte noi dovremmo avere.

MOM-maternity-styleQuattro esempi di vestiti (alleati preziosi in questo periodo) che non possono mancare e che se si ha fortuna, se ne possiede già qualcuno che si può tranquillamente adattare! Il celebre LBD (little black dress) che non deve MAI mancare, magari in questo caso può essere lungo fino al ginocchio o anche più lungo e ovviamente di tessuti morbidi ed elastici (scordiamoci per un pò il tubino!) Un vestito a righe (ma anche più di uno come nel mio caso…e che poi mi salva sempre) perchè le righe fanno sempre tanto parisienne e vestire alla marinara è sempre chic! Non tralasciamo i colori, che almeno in inverno rallegrano un pò le grigie giornate, ma senza esagerare, scongiurando così l’effetto Desigual…che in questi mesi non è proprio indicato!!! Si rischierebbe di sembrare una matriosca…ma quella più grande! E per finire un pò di pizzo che non fa mai male e che se salta fuori una festa, un evento, o qualsiasi cosa che richieda un outfit un pò più formale, noi siamo pronte e ci sentiamo pure un pò sexy, visto che questo periodo gli ormoni fanno su e giù e  ci sentiamo spesso inadatte.

MOM-maternity-trend1I capi spalla nel periodo della maternità sono un dilemma, ma per chi come me ha passato l’autunno e l’inverno con il pancione, può anche fare a meno di comprare cappotti o piumini premaman, che di solito sono orridi, costosi e inutili…visto che poi vanno buttati o regalati. Sempre che non abbiate intenzione di fare molti figli…ma tanti però!!! Almeno riuscireste a sfruttarli! Io sono riuscita ad adattare qualcosa che avevo, come l’intramontabile trench (altro pezzo must have) che fortunatamente non era sfiancato, ma ultimamente si vedono in giro dei trench carinissimi, senza cintura e con tagli svasati, anche con maniche a 3/4 che sono portabilissimi prima, dopo e durante! Il parka (tornato di gran moda) è un altro ever green e anche questo adattabile durante il periodo panciuto. Se ben imbottito e di tessuto tecnico può tranquillamente sostituire il piumino (scongiurando anche qui uno spiacevole effetto omino dei marshmallow!!!) Il cappottino a uovo, un pò anni ’60 è una buona alternativa quando si vuole sembrare a modino ( se ne avevate già uno ottimo, altrimenti compratelo comunque perchè è un pezzo intamontabile e vi potete anche divertire con i colori!) E ultimo ma tra i miei preferiti il paltò un pò da marinaio e anche qui siamo sui pezzi forti del guardaroba di una donna!

* Tutti i capi sopra sono della linea Asos Maternity e Asos

MOM-maternity-trend2Per ultimo una carrellata di pezzi utilissimi e che consiglio caldamente per sentirsi comode e anche belle! 1 – Una bella borsa capiente con manici e tracolla…ma occhio a non riempirla troppo! Questa ricorda un pò la Motorcycle ma è di ZARA. 2 – Jeans premaman con elastici in vita ASOS. 3 – Gonna tubino premaman nera…sempre verde!!! ASOS. 4 – Bauletto bicolore un pò bon ton TOPSHOP. 5 – Fascia elastica che da sostegno e si può usare anche sopra i jeans che già possedete, per tenerli su e continuare a usarli! ASOS. 6 – Maglia stile baseball ASOS. 7 – Cappello a falda larga tipo borsalino TOPSHOP. 8 – Gonna lunga nera con fascia comoda in vita ASOS. 9 – Mariniere premaman intramontabile!!! ASOS. 10 – Camicia a pois ASOS

L’importante in ogni caso è sempre sentirsi a proprio agio, anche perchè durante la gravidanza tutti ci dicono che siamo più belle!!! E soprattutto non è necessario spendere un capitale; se si hanno i pezzi giusti si possono fare grandi cose! E voi che ne pensate?! Avete consiglie e dritte interessanti sul vostro look premaman?

8,816 Visite totali, 1 visite odierne