Archivio tag: calcio

femmine contro maschi

 

Metti una cena tipica a casa mia e questa sarà la proporzione standard:                      testosterone 4 – estrogeni 1.

“Sapete che tra qualche giorno esce al cinema 50 sfumature di grigio? Non ho letto il libro ma quasi quasi il film andrei a vederlo.”
4 maschi in coro: “MA CE STA MAL !!! Piuttosto wagliò ma chi c’hai ancora come attaccante? Perché ti sei venduto quel  difensore? E cur studc perché non si è comprato quel centravanti?”
E via per 2 ore a parlare di fantacalcio e a pronunciare tutti i nomi dei calciatori vivi, morti, pensionati, in fin di vita e mai esistiti. Pur di parlare di calcio anzi secondo me inventavano nomi, sti maledetti!
Non paghi della pallitudine mortale che mi stavano propinando, ci si è messo anche il #6nazioni di rugby ad allietarci la cena. In diretta Galles- Inghilterra e una serie infinita di commenti incomprensibili (touche, mischia, meta, bla bla bla).

Ovviamente a me spettava il posto di spalle alla tv. Mi sono girata un attimo solo per vedere cosa li entusiasmasse così tanto e sempre ovviamente io non ho visto nulla tranne un gran figo (Leigh Halfpenny  n.d.r.) e un tizio con la testa squartata con il sangue che gli copriva la faccia.

Ho dovuto faticare per mandare giù il mio (secondo) panino homemade alla chitemmurt.

Meno male (1) che c’era babyb, in quanto femmina, a tenermi compagnia. (Peccato che dopo 4 nanosecondi seduta al tavolo è fuggita sul divano a vedersi i cartoni su IUTUBB).

Meno male (2) che c’era la birra.

1,864 Visite totali, 3 visite odierne

“aMeÈCapitatoDiPeggio!”

L’altro giorno una cara amica mom ha messo un link di un blog molto divertente delle mamme “cazzare” e mi è venuta in mente un’altra categoria di mamme, sono le mamme “aMeÈCapitatoDiPeggio!”.
Generalmente questa categoria di mamme o di zie sono un po’ avanti nel tempo rispetto a noi inesperte e sprovvedute mamme alle prime armi!

nn

Puoi spaziare in qualsiasi argomento dal più banale al più complesso che la mamma “aMeÈCapitatoDiPeggio!” lo ha già vissuto come tragedia e risolto sul filo del rasoio rischiando la vita!
Allora si parte dalle cavolate tipo: tu chiacchierando dici che hai mal di unghia del mignolo del piede destro che hai sbattuto la mattina al comodino alzandoti con gli occhi chiusi e lei … “guarda non me ne parlare, a me nel 1815 si è incarnata l’unghia dell’alluce e abbiamo dovuto girare 27 ospedali prima di trovare un chirurgo che mi ha operato a cuore aperto e mi ha risolto il problema all’alluce!”

012

Dici che vuoi togliere il latte ai tuoi figli e comincia a dirti che una volta nel 1816 ha conosciuto una mamma esaurita i cui bambini non bevono latte e le ossa si sono sciolte perché unica fonte di calcio per il ns. corpo …
E così ogni volta che tu apri bocca e ogni volta ti riprometti di stare zitta ma parlando ti scappa una cazzata qualsiasi e si trasforma in tragedia vissuta 200 anni prima.
Tu fai figli nel giro di 2 anni e poiché la scienza e le conoscenze umane vanno avanti ti rendi conto che ciò che avevi fatto per la grande non va più bene per il piccolo e invece lei con i suoi “ai miei tempi” è sempre attualissima!

Oh mamma mia oggi mi sono svegliata con un mal di testa …
Guarda non me ne parlare sono 3 giorni che giro come uno zombie per casa con forti emicranie … ma non mi sono presa niente …
Forse perché le piace soffrire e raccontarlo …

Mio figlio ha qualche decimo di febbre …
Guarda non me ne parlare quando mio figlio era piccolo nel 1817 ha avuto la febbre cosi alta che si è spaccato il termometro e non avendo la patente sono arrivata in ospedale a piedi con lui in braccio, arrivati lì gli era passato tutto …
Un miracolo? O il bambino aveva fatto cadere il termometro e aveva detto che era scoppiato per non prenderle?

Ho avuto travagli lunghi …
Guarda non me ne parlare io ho partorito in casa (ovvio nel milleottocentoequalcosa) e il bambino dopo 16 giorni di spinte è uscito di piedi ….

Ovviamente ho un po’ esagerato per strappare qualche sorriso ma le mamme “aMeÈCapitatoDiPeggio!” esistono e sono milioni di milioni e ti fanno passare la voglia di parlare perché i loro racconti di vita vissuta in tragedia ti mettono di cattivo umore …

W LE MOM … che non si lagnano!!!!!

1,864 Visite totali, 1 visite odierne