Archivio dell'autore: Marisa Calciano

il meglio

Detesto sentire le frasi fatte specie se sono dette dalle mamme e indirizzate ai propri figli … ma la frase che odio di più in particolare è “per mio figlio solo il meglio!!!!”.

H548OK

E’ capitato tante volte di chiedere ma come mai se abiti a Matera Nord Nord o Matera Sud Sud porti tuo figlio a scuola in CENTRO … sarà che la mia vita è ossessionata da ste maledette lancette che corrono corrono corrono, ma per me è impensabile portare i miei figli a scuola in un posto lontano dai miei punti cardini.
“E ma la scuola sotto casa mia non è una buona scuola ci è andato il figlio del cugino dello zio di mio marito … e si è trovato malisssssssiiiimoooooo!!!!! allora preferisco farmi il traffico del centro, fare a botte con 3 mamme per l’unico parcheggio che si trova a quell’ora … ma vuoi mettere quella scuola …. no no per mio figlio solo il meglio” e io in mente mia … (ma vattene a …)!!!!

par

Quando Gaia ha finito l’asilo doveva andare in prima … drammaaaaaaaaaaaaaaaaaa …. no c’è quella maestra e quell’altra sono terribili!!!!!!! Io inesperta mamma alle prime armi mi feci prendere dal panico!!!! Oh mamma mia come devo fare! L’elementari è la base di tutto e se si trova male e se la prende male e se non impara niente!!!! Furono momenti terribili, poi una persona a me molto cara mi disse di stare tranquilla che tutti i maestri erano bravi e preparati … fu come un’illuminazione dal cielo!!! Ho elaborato una teoria tutta mia … la scuola dove porto mia figlia ha materna, primaria e scuola media, allora io avevo 2 figli Gaia cominciava la primaria e Danilo la materna … ma potevo io spezzarmi da mezzo e portare uno a ponente e una a levante … ma manco per il cavolo!!!! Quando le altre mamme parlavano delle maestre che non conoscevo mi chiudevo le orecchie e dicevo semplicemente che avrei lasciato fare al fato e se poi male male vedevo mia figlia in difficoltà avrei agito …
Anche io voglio il meglio per i miei figli ma a volte il nostro concetto di meglio e lontano anni luce dal concetto di meglio dei bambini!!!!! Per me il meglio è innanzitutto avere genitori sereni che non si devono fare in 4 per “un sentito dire” che già la vita è complicata! L’anno prossimo anche il mio terzo figlio comincia la materna e saranno tutti nello stesso plesso … così in una botta sola ne mollo 3 e arrivo a lavoro in tempo, tranquilla e mi posso anche rilassare qualche minuto!

untitled

Tutto questo per dire alle mie care amiche mamme di non ascoltare nessuno perché le malelingue so lungheeeeeeee, ogni cambiamento è un tuffo nel vuoto e ci viene l’ansia soprattutto se si parla dei nostri figli tanto anche se non lo diciamo e non li portiamo in capo al mondo tutte noi vogliamo il meglio per loro! Non ci vuole davvero niente a diffamare una persona, basta un’esperienza negativa ma io penso che molto dipenda anche da noi genitori innanzitutto e dalle capacità dei nostri figli. Tante mamme mi hanno chiesto come mi trovo o non mi trovo a scuola e io rispondo per la mia esperienza, sarò stata fortunata ma fino ad ora i miei maestri sono stati meravigliosi sia materna che primaria.
Dobbiamo fidarci un po’ di più dei nostri figli e lasciare a loro la scelta del meglio … noi cerchiamo solo di dare il nostro meglio … ma in realtà già lo facciamo!!!!!

W LE MOM

1,105 Visite totali, nessuna visita odierna

i maggiori

Gaia sta crescendo ha 7 anni ma lei da quando è nata ha sempre avuto + 50 quindi ora 57 anni, fa discorsi da danna vissuta da quando ha cominciato a parlare. Danilo ha 5 anni, si lo so che si portano poco più di 2 anni ma tra loro c’è l’abisso! Giocano un pochino insieme se sono soli cioè Gaia starebbe volentieri senza di lui ma Danilo è completamente dipendente da lei!
Sabato ha fatto amicizia con due bambine più grandi di lei e si erano accordate per andare al parchetto con i giochi insieme. Mi ha chiesto il permesso e io sono stata contenta di acconsentire perché lei è sì molto sociale, ma resta sempre un po’ bloccata con i suoi amici storici e quindi il fatto che amplia le sue amicizie mi fa tanto piacere, poi comunque eravamo in un posto dove tutto è sotto controllo! Lei ovviamente si scoccia a portarsi dietro questo “bamboccio”, io sono sorella maggiore e la capisco perfettamente!

06

In inverno cerco di dividere i bambini il più possibile nel senso che già a scuola sono separati, poi attività fisiche separate e soprattutto quando qualcuno deve andare da un amichetto/a la maggior parte delle volta l’altro non c’è. Io sono per ognuno deve fare le proprie esperienze perché mia sorella (hiihihhihiih scusa katia) mi rompeva in continuazione quando eravamo piccole, lei diceva sempre “pule io!!!!!” ora non potrei fare a meno di lei!
Tornando a sabato, Gaia era contentissima di andare a 200 mt da noi tutta sola con le sue amiche, mentre Danilo era disperatoooooo! In lacrime “Mamma fammi andare, Gaia mi lascia sola, non mi vuole” parole strazianti da fratello disperato che viene abbandonato!!!! I genitori non primogeniti, tipo mio marito, specie alla “prima volta” ne è uscito sconvolto voleva costringere Gaia a non “escludere” Danilo … ma io forte della mia esperienza già immaginavo le tre “ochettine” belle belle che parlavano tra di loro (non mi viene in mente di cosa si possa discorrere a 7/10 anni)

7

e un bamboccio sporco e sudato che corre intorno e si arrampica a ogni palo/rete/fune che trova!

8

nooooooooo dopo un’ora di pianto e urla riesco a far ragionare il minore e la maggiore tutta felice corre a “prepararsi”. Si lava, si cambia e si mette una borsettina a tracollo esce a chiamare la sua amichette, un paio di portoni più sotto e viaaaaaaaaaaa!
Dopo manco un quarto d’ora rincasa “Mamma non esciamo più!”

9

comeeeeeee dopo tutto sto casinoooooo no vabbè … sto calma! la terza bambina non era in casa e quindi tutto il programma era saltato! Passano la serata in casa a dipingere mentre noi accompagniamo Danilo al parchetto e lì c’è un bel gruppetto di maschietti incalliti che si arrampica ovunque e gioca a pallone … Danilo si diverte tantissimo!
Come è difficile fare i genitori, purtroppo non puoi esulare dal tuo vissuto, torna, le tue esperienze negative o positive non puoi non rigettarle sui tuoi figli.
Ma tanto nella mia esperienza di mamma ormai da 7 anni una cosa mi è veramente chiara:
“COME LA FAI LA FAI … SBAGLI!!!!”

W LE MOM

1,071 Visite totali, nessuna visita odierna

questa è la mia festa!

la città è ancora in fermento, è da poco passata la festa della Bruna ed è ancora tutto in festa! Questa festa è molto particolare o la ami o la odi, non può esserti indifferente o “si mi faccio un giro”!
La cittadinanza si divide in due chi la detesta e quindi approfitta di questo giorno di festa per andare al mare e chi invece la vive a pieno, la assapora da mattina a sera.
Il caos, il traffico, il parcheggio, la calca, il caldo … molta gente odia tutto questo movimento anche perché i problemi principali della città quelli che affrontiamo tutti i giorni in questi giorni si moltiplicano esponenzialmente perché alla Bruna escono tuttiiiiiii!
A me personalmente piace da morire! Mi piace tutto della festa! Mi piace l’aria di festa, le “luminarie”, mi piacciono le ggggiostre, i paninari, le bancarelleeeeeee, il mercato!!!! Mi piace il carro che in particolare quest’anno è uno spettacolo!

collage

e poi c’è LEI bellissima, così austera, LA MADONNA DELLA BRUNA! io sento di aver avuto la più grande grazia da Lei e le sono molto riconoscente per questo!

2210 20140702_131358

Che bello passeggiare sotto questo trionfo di luci!

20140702_225022 6

e poi alle bancarelle ci sono gli ambulanti quelli col microfono che ti propongono cose assurde, ogni anno una cosa nuova e assurda … ma indispensabile per la tua casa/vita, un anno la scopa quella rotante che si strizza senza farti bagnare le mani, un altro anno l’affetta verdure che affetta in mille modi senza che ti tagli le dita, questo è l’anno del beccuccio che ti fa uscire il succo da qualsiasi agrume e del lavavetri con calamita che insapona, sciacqua e asciuga il vetro da dentro e da fuori contemporaneamente … ma come ho fatto a vivere senza!!!!
Che bello che cominci a piedi dal centro e arrivi addirittura a PICCIANELLO … via del Corso, Via XX Settembre, Via Annunziatella, Via Rosselli … Piccianello!!!! Egghia!!!! E sto percorso te lo fai da quando arrivano le bancarelle a quando vanno via, tutte le sere! E poi il 2 luglio, la mattina tutti in centro per la sfilata dei cavalli! e poi il pomeriggio percorso al contrario a partire da Piccianello fino a Via del Corso! Con il generale che al suono della tromba esalta gli animi e esplode tutto in un applauso sentito che parte dallo stomaco!
Poi ci sono le leggende sulla Madonna della Bruna (ecco la fonte)

Una di queste narra di una ragazza sconosciuta, apparsa ad un lavoratore della terra al rientro verso la città di Matera. La fanciulla chiese al buon uomo un passaggio sul suo carro e questi, dopo averla accompagnata fino alle porte della città, nei pressi della chiesetta di Piccianello, la vide trasformarsi in statua. La Vergine salutò quindi l’incredulo contadino sussurrandogli queste parole: “così, su un carro addobbato, voglio entrare ogni anno nella mia città”. Una seconda leggenda sul perché della distruzione del Carro trionfale, narra invece di un probabile assalto dei saraceni. I materani, per scongiurare il pericolo che le icone della loro profonda devozione e venerazione cadessero nelle mani degli aggressori, distrussero loro per primi il carro, evitandone il saccheggio. La terza leggenda racconta invece che il Conte Tramontano, signore di Matera, abbia promesso alla cittadinanza di Matera tutto il necessario per lo svolgimento della Festa in onore della Santa patrona, persino un carro nuovo ogni anno. I materani per mettere alla prova il mal sopportato tiranno, assaltarono il Carro trionfale costringendo il Conte a mantenere la promessa fatta.

Poi la misteriosa leggenda delle due statue di cui non ho trovato fonte ma mio nonno ci raccontava che la Madonna della Bruna aveva paura ad andare sul carro e arrivava sempre pallida e piangente e allora fu fatta “la sorella”, diceva lui, che poi è la statua che viene portata sul carro! (se qualcuno ha maggiori notizie ci racconti)

Parlando sempre dei concittadini, perché i forestieri questa festa non la capiscono proprio, molti credono che sia “grezza” io invece credo che non esista al mondo una festa più carica di arte di questa. A partire dai cavalli che sono bellissimi già di loro, poi con quelle criniere acconciate, lo so che poverini passano una giornata difficile, ma vi posso assicurare che sono assistiti per tutto il percorso, perché a Matera il cavallo è venerato e amato! Poi ci sono i cavalieri sotto le corazze molto pittoresche sembrano dei dipinti, la nostra Madonna che è un’opera d’arte e dulcis in fundo il carro così maestoso, un’opera d’arte che si rinnova ogni anno ed è sempre bellissimo!

E’ bello assaporare le vibrazioni di una piazza gremita di gente che è in ansia con la speranza che lo strazzo avvenga in centro!!!

SPERO CHE ANCHE VOI VI SIATE DIVERTITI!!!

Quest’anno in particolare, in quest’aria di festa, faccio gli auguri alla mia collega di questa sezione  ANGELA che oggi SI SPOSAAAAAAA … auguri cara divertiti e la prox settimana ci racconti come è andata!!!!!!!

W LE MOM!

1,344 Visite totali, nessuna visita odierna

coraggio e paura

Ho tre figli, voluti, desiderati e avuti in dono, ovviamente sono la cosa più preziosa per me, un dono meraviglioso che custodisco con tutto il mio impegno. Tutti quelli che mi vedono mi dicono che sono stata coraggiosa, non penso, ci sono tante famiglie come la mia, le mamme sono sempre coraggiose anzi penso che lo siano di più quelle che decidono di mettere al mondo un solo figlio!

1

Purtroppo le notizie degli ultimi giorni mi fanno rivedere molto la mia posizione di “mamma coraggiosa”, pensa e ripensa sono arrivata alla conclusione che sono stata avventata, egoista. La mia smania di famiglia, la mia voglia di avere figli non mi ha fatto riflettere sul futuro e ora ho paura!
La piccola Yara è anche mia figlia, aveva pochi anni in più di Gaia, non può non essere mia figlia. Hanno trovato il maledetto colpevole e dovrei essere soddisfatta, GALERA MALEDETTO A VITAAAAA … e invece … io penso ai suoi figli, sono anche i miei figli sono 3 come i miei … non possono non essere i miei figli!
Vorrei proteggere i miei figli per paura di quello che è successo a quella bambina ma devo proteggerli anche da quello che è successo e succederà ai figli di quel maledetto … non riesco a chiamarlo diversamente!
Non possiamo fidarci di uno stramaledetto sconosciuto che passa per strada, ma non possiamo fidarci nemmeno di un padre che ha dato la vita ai suoi figli e che li tradisce così, i bambini lo ameranno comunque perché è il loro papà come far comprendere loro la gravità della situazione … non oso immaginare il compito della mamma …
Questa settimana è stata terribile, padri che ammazzano, nel sonno, il momento in cui i bambini sono più sereni, tranquilli …
No, non ce la posso fare! In questi momenti la paura è più forte di tutto!
Cosa dobbiamo fare per proteggerli? da chi dobbiamo proteggerli? non farli uscire? ma l’aguzzino potrebbe essere in casa …
Non sono una mamma coraggiosa, forse sono una mamma stupida e tanto egoista … ho proprio paura!
Però poi in effetti …

I vostri figli non sono i vostri figli
di Gibran Kahlil Gibran

I vostri figli non sono figli vostri.
Sono i figli e le figlie della brama che la Vita ha di se stessa.
Essi vengono attraverso voi ma non da voi,
e sebbene siano con voi non vi appartengono.
Potete donare loro il vostro amore ma non i vostri pensieri.
Poiché hanno pensieri loro propri.
Potete dare rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime,
giacchè le loro anime albergano nella casa di domani,
che voi non potete visitare neppure in sogno.
Potete tentare d’esser come loro, ma non di renderli
come voi siete.
Giacchè la vita non indietreggia nè s’attarda sul passato.
VOI SIETE GLI ARCHI DAI QUALI I VOSTRI FIGLI ,
VIVENTI FRECCE,
SONO SCOCCATI INNANZI.
L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito,
e vi tende con la sua potenza affinchè le sue frecce possano
andare veloci e lontano.
Sia gioioso il vostro tendervi nella mano dell’Arciere;
poiché se ama il dardo sfrecciante,
così ama l’arco che saldo rimane.

Possiamo proteggerli fare del nostro meglio … ma i figli sono della vita e la gioia di vederli vivere deve essere più forte della paura …

sal

W LE MOM TUTTE CORAGGIOSE!!!!

1,816 Visite totali, 1 visite odierne

femmine contro maschi

comincio questo post con una domanda:
ma se una mamma ha 3 figli e tutti e tre prendono un virus lo stesso virus, la mamma “VINCE QUALCHE COSA?” tipo slot machine sai quando giri la manovella e ti escono 3 figure uguali …

TOT

ok divento seria!

abbiamo passato un inverno favoloso senza febbre e malanni, tutti i giorni a scuola, nemmeno un giorno perso per malattia allora tu pensi olèèèèè siamo in primavera quest’anno sono stata graziata! Primo giorno di mare, la notte tra sabato e domenica Marco è bollente … 39°! Domenica pomeriggio Gaia non mangia e va a letto … 38 e 1/2!!!!! Lunedi sera Danilo 39°! tutti e tre con la stomatite e che cavoloooooooooooooo!

Adesso elimino Marco povero figlio è piccino proprio non sa manco parlare per esprimere dove ha dolore quindi è anche giusto che pianga solo.

Confrontiamo Gaia e Danilo si portano 2 anni e 4 mesi di differenza e hanno lo stesso virus con gli stessi effetti e problemi. Confrontiamoli giusto per dire che le femmine sono femmine dalla nascita e i maschi ahimè sono maschi dalla nascita.

mf

Con Gaia siamo al mare quindi non in casa ma per fortuna siamo in camper. La sera mangiucchia, a colazione pochissimo mi sembra stranissimo le misuro la febbre ma non ne ha lei non rinuncia al costume e primo bagno della stagione, a pranzo non ha appetito e senza dir nulla si mette a letto, le rimisuro la febbre ce l’ha, tachipirina, fa effetto ed è di nuovo come nuova. Lamenta mal di gola, non riesce a mangiare ma comunque cerca di farlo!
Questa è la femmina!

 

SUP

Danilo mi chiede insistentemente come mai i fratelli hanno la febbre e lui no, dice che ha mal di bocca … Lunedì tardo pomeriggio mentre stiamo tutti tranquilli lo vedo rosso rosso lo tocco, scotta, gli misuro la febbre 38°, mi chiede “mamma ma ho la febbre?” e io “si!” e mi sono condannata a vita! da quel momento è ufficialmente malato! Un momento prima schiacciava i semi di sesamo col mortaio con una forza da maciste come pronuncio le due letterine “si” diventa uno straccio! Comincia a piangere, ha mal di bocca, mal di orecchio … non vi sto a raccontare per mettergli la suppostina di tachipirina … Tanto dal pianto si addormenta sfinito! Non mangia ha mal di tutto, gli proponiamo il gelato per cena e lui rinasce il tempo di sdrammarsero in due secondi e poi ricomincia. Il padre lo sistema a letto nel giro di 5 minuti, ma lui non se la sente di stare solo … a troppo mal di tutto!!!! Si riaddormenta ma piange e urla anche nel sonno. Dopo 4 ore la febbre è aumentata ancora allora andiamo di nurofen … la mattina alle prime luci dell’alba comincia a urlare nuovamente … ha mal di orecchio, bocca, pancia no ha solo fame … mentre si avvia in cucina vomita e poi mangia uno yogurt e si sente meglio … la febbre agli altri è durata 1 giorno … a lui ha una durata indefinita!
Questo è il maschio!!!!!

BAMB MAL

allora ditemi quello che volete ma femmine contro maschi non c’è partita siamo sempre noi a portare i pantaloni già dall’infanzia!
lo scorso w.e. ho fatto l’amplein … allora ho vinto qualche cosa?????

W LE MOM!!!!!

1,715 Visite totali, 1 visite odierne

la poesia della festa della mamma

Domenica è la festa della mamma, ogni anno ripenso alla mia prima VERA festa della mamma che è stata il primo anno di asilo di Gaia quando è tornata da scuola con il lavoretto, tutto mio solo per me, sono io la mamma e mi detto la poesia, tutta mia solo per me, sono io la mamma. Sono stata molto orgogliosa quando sin dal primo giorno di scuola è tornata cantando canzoncine imparate a scuola ma quella poesia bellissima tutta per me, per la mia festa mi ha fatto davvero commuovere!!!!!

festa-mamma-abbraccio

 

ALLA MIA MAMMA

Quando apro i miei occhi al mattino
la mia mamma mi viene vicino,
mi accarezza pian piano la testa
poi sorride e i suoi occhi fan festa.
Non ci sono, lo so, mamme brutte,
ma la mia è la più bella di tutte.
Se son triste sa sempre che fare,
sa cantare, ballare e giocare.
Se, correndo, mi faccio un po’ male,
la mia mamma ha un rimedio speciale:
mi dà un bacio e così, per magia,
tutto il male che avevo va via.
Voglio dirle tantissime cose,
regalarle bellissime rose
e una casa che sembra un castello,
col giardino, ma senza il cancello.
Chiamo tutti i bambini del mondo
e facciamo un bel girotondo
con la mamma che ride e poi dice:
“Son contenta se tu sei felice!”

Le poesie dell’asilo sono bellissime bellissime, ti fanno sentire la mamma più importante del mondo e poi detta da quella vocina piccina piccina che ripete ma non sa in realtà come quelle parole che lei ha imparato a memoria sono penetrate nell’animo di una mamma alla prima poesia della mamma!!!! Per me è come se le dicesse per la prima volta dettate dal suo cuoricino.

Io alla prima poesia della festa della mamma mi sono proprio commossa perché era tutta mia solo per me … sono io la mamma!!!!!!

Nel corso degli anni e con il susseguirsi di poesie e di figli, con lo stress della quotidianità, la magia della poesia della festa della mamma è un po’ svanita e si va più all’atto pratico …

 

festa-della-mamma-3

 

allora “ammammma” dimmi la poesia però quest’anno devi farmi anche un regalo: Beeeeeeeeeella la poesia!!!!!! comunque dicevo per la mia festa vorrei che quando ti metti le scarpe le pantofole le metti nello scaffale!!!!!!

anno successivo con figlio successivo:

allora “ammammma” ditemi la poesia però quest’anno dovete farmi anche un regalo: Beeeeeeeeeelle le poesie!!!!!! comunque dicevo per la mia festa vorrei che oltre alle pantofole sullo scaffale … non vi ammazzateeeeeeeeeeeeeeee a ogni discussione!!!!!!

e così dicendo …

quest’anno che di figli ne ho 3 e da qualche giorno ho un gran mal di schiena che zoppico oltre a bla bla bla (come sopra) … vorrei per la mia festa un massaggio di min 1 ora magari in una spa di stralusso DA SOLAAAAAAAAAAA e le poesie si si magari al mio ritorno!!!!!!

spa

Buona festa delle mamme!!!!

W LE MOM!!!!!!!

3,528 Visite totali, nessuna visita odierna

coccole

Può capitare, per amore, per senso di responsabilità e anche un po’ per presunzione, di pensare che la tua presenza sia indispensabile, essenziale in alcuni momenti e allora ti accolli l’ònere … che poi diventa onore, di accudire un piccolo scricciolo di poche ore.

images502UJ2TG

Tu già lo ami tanto ma ora lo devi amare di più, lo devi accudire e coccolare, devi fargli capire che è tutto ok, che ora ci sei tu con lui e tutto andrà per il meglio!!!! Non importa se hai il nero nel cuore devi pulirlo deve diventare bianco perché lui è la cosa più importante adesso …
Questo è il tuo pensiero ma appena prendi lo scriccioletto in braccio, te lo porti al cuore vicino vicino e ti accorgi che il suo fiato, il suo respiro ti sta ripulendo il cuore, il nero si trasforma in bianco.
Lui è pulito, sereno, è ancora così vicino a Dio, è più vicino al cielo che alla terra tanto che è in grado di spazzare via le negatività e accudirti solo con il solo fiato.

untitled2

Senza che nemmeno te ne accorgi tutto interno a te si azzera c’è solo il profumo di bambino che ti inebria i sensi, che ti coccola e ti fa capire che è tutto ok, che ora c’è lui con te e tutto andrà per il meglio.
Poi qualcuno si avvicina a te e ti ributta nella realtà e cerca di rassicurarti, ma il tuo cuore è già rassicurato e quindi non hai più paura e confidi in Dio, sai che lui non ti ha abbandonato!!!!
Il tuo senso di responsabilità si cancella, non sei indispensabile per questo bambino, in realtà è lui indispensabile per te, senza di lui saresti sprofondata, senza il suo fiato che cancella, ripulisce, rassicura, coccola. 1

 Non puoi lasciarlo e non perché non c’è nessuno che si può occupare di lui, ma perché non c’è nessuno che si può occupare di te come lui in questo momento.
I figli arrivano direttamente dal cielo, sono una benedizione di Dio e io questa benedizione me la sono sentita addosso viva e fresca, ha rasserenato il mio cuore e ha accudito la mia anima!!!

untitled

 

W LE MOM E W I LORO FIGLI!!!!!

1,775 Visite totali, nessuna visita odierna