Archivio dell'autore: Tina Festa

Mercatino d’Inverno MOM : 8 febbraio 2014 – Partecipa anche tu!

winter-child

MERCATINO D’INVERNO –


L’associazione MoM – Mamme Materane all’Opera organizza il mercatino di vendita/scambio/regalo di articoli premaman e abbigliamento, giochi e altro dedicato ai bambini di 0-12 anni

DOVE? Il mercatino si terrà nei locali dell’associazione, siti in Rione Pianelle presso Piazza San Pietro – Sasso Caveoso – Matera .

QUANDO? SABATO 8 FEBBRAIO – ore 10-13
E’ necessario recarsi in loco almeno 30 minuti prima dell’inizio del mercatino per allestire il proprio tavolo (ore 9,30)
Si ricorda che sabato mattina nei Sassi è possibile accedere con la propria auto.

COME FARE PER PARTECIPARE?
Possono partecipare sia per la vendita che per l’acquisto solo i soci tesserati dell’associazione MOM. E’ possibile tesserarsi prima dell’avvio del mercatino, nella stessa mattinata. La tessera socio 2014 è di 10 euro.

I posti sono limitati e pertanto per poter esporre la propria roba da vendere è necessario prenotarsi.

DI COSA SI HA BISOGNO?: Ogni MoM venditrice deve munirsi di tavolino, stuoia o altro appoggio per poter allestire la propria “bancarella”.

SUGGERIMENTI: è preferibile portare abbigliamento stagionale e cioè invernale, costumi di carnevale e quanto possa essere venduto/acquistato subito. Gli indumenti anche se usati devono essere in buono stato e lavati. Eventuali anomalie (scuciture, piccole macchie, bottoni assenti) devono essere comunicate immediatamente a chi acquista. L’associazione non risponde a reclami in caso l’acquirente non sia soddisfatto dell’acquisto MA chiede a tutti i soci che esporranno la merce di comportarsi in maniera corretta. 

DONAZIONI:
Qualora si volessero donare giochi o capi di abbigliamento a MoM per la creazione di un fondo cassa per sostenere le iniziative organizzate dal gruppo, sarà presente una mamma che si prenderà in carico gli oggetti e ne gestirà la vendita a prezzo simbolico fino a fine mercatino. La donazione di più capi e giochi darà diritto ad uno sconto sul tesseramento 2014.

Il mercatino di MoM è anche on line su fb al seguente link
https://www.facebook.com/groups/365977756806942/

Info Tina 335 81 85 461

1,088 Visite totali, nessuna visita odierna

Una Nursery per il Presepe Vivente 2013 a cura di MOM.

presepe vivente 2011

Una nursery nei Sassi di Matera

durante il presepe vivente, edizione 2013

a cura dell’Associazione MOM

 

L’associazione Mamme Materane all’Opera,   dal 27 al 29 dicembre in occasione del Presepe Vivente che si terrà a Matera negli antichi Rioni Sassi, allestirà un spazio nursery  presso Piazza San Pietro Caveoso, nel rione Pianelle, dalle 16 alle 21.

presepe vivente matera     In tale spazio le mamme che saranno nei Rioni Sassi per la visita al Presepe Vivente o alla città di Matera, siano esse materane o provenienti da altre città, potranno fermarsi con i bimbi piccoli per allattarli, cambiarli o riscaldare la pappa. Potranno infatti usufruire di un angolo per l’allattamento, per il cambio dei bambini e per la pappa.

Vi sarà anche un angolo gioco per i bambini di 2-4 anni.

Per chi avesse bisogno di maggiori informazioni contattare Tina Festa 335 8185461.

13103310

Nursery Mom , in Rione Pianelle. Nei Pressi di Piazza San Pietro Caveoso, Matera.

2,062 Visite totali, 1 visite odierne

Il sole dentro il cuore di mamma Chiara.

IL SOLE DENTRO 

di Chiara Scardicchio.

 

Sin da bambina ho sempre pensato che tutto potesse parlare. Si chiama “pensiero magico” ed è l’attitudine, durante l’infanzia, a credere a “magie” di questo tipo… E così osservavo cercando di ascoltare: ero sicura che anche l’oggetto apparentemente più insignificante in realtà custodisse un messaggio. Ed io volevo sentirlo.

Chi lo sa se, forse, è anche per questo che poi, crescendo, ho deciso di studiare discipline umanistiche e psicopedagogiche: per cercare di osservare, ascoltare, capire.

Ho imparato parole importanti. Ed ho scoperto che sì, era proprio vero, tutto parla. Il mondo intero reca un messaggio ma, curiosamente, la sua lettura ed interpretazione è diversa per ognuno. Guardiamo ed ascoltiamo solo quello che siamo pronti, in quel preciso momento, a guardare ed ascoltare.

Ecco perché, a volte, un mare in tempesta dice a qualcuno di aver paura ed a qualcun altro di non temere.

Ed ecco perché, a volte, a qualcuno quel mare non ha proprio nulla da dire.

Io, comunque, ho continuato a vivere cercando parole. La testa piena. Cercavo famelica parole, parole, parole che potessero, ovunque, darmi protezione. Le parole erano le mie stampelle, la mia schiena dritta, la spinta a non svuotarmi come un palloncino quando perde l’aria. E questo perché io, quando soffro, sto zitta. Lo sanno tutti: se resto in silenzio è perché c’è dolore. E allora… immaginate tutta una vita a cercar parole.

Così, ecco: un giorno meraviglioso di quasi 10 anni fa, quando arrivò una figlia paffutella, delicata e fortissima, io non vedevo l’ora che.. cominciasse a parlare. Avevo comprato kili di libri di fiabe e sognavo già ore di chiacchierate: esplodevo dalla curiosità di conoscere come lei conosceva il mondo e dunque fiduciosa attendevo le sue prime parole.

Ne arrivò una soltanto, 5 anni dopo. E poi un’altra, per un incredibile totale di 2. Oggi Serena dice soltanto Mamma e Papà.

Questa creatura, così fragile ed insieme così possente, non parla. E, verosimilmente, non comprende la maggior parte delle parole. Non sa leggere e neppure scrivere.

Potete immaginare e dunque non lo scriverò… che maledetto inferno fu attraversare quel bosco di silenzio.

Tutta la vita a cercare e costruire parole. Ed un bel giorno le perdi tutte. Silenzio obbligato. Violento. Come uno schiaffo che ti chiude la bocca. Ed anche le orecchie.

E così non senti più nulla, neppure la musica. Neanche più sai vedere, neppure il mare.

Senza parole si può impazzire.

Questo credevo.

Ed invece mi sbagliavo.

Senza parole si può ricominciare. Ricominciare il gioco che facevo da bambina, quando non sapevo ancora leggere né scrivere, eppure cercavo il messaggio di tutti e di tutte le cose.

Senza parole si può imparare a parlare. Ad ascoltare. A vedere e sentire.

E trovi, così, parole nuove. Parole che sono passate sotto la pioggia battente e che, dunque, sono parole di speranza non perché sono parole frivole ma perché sono parole che hanno conosciuto il silenzio.

Certo, come tutte le parole, sono leggere: non hanno la presunzione di dare risposte, di spiegare la vita e il dolore, di dare un senso al non-senso.

Sono parole della ricerca della bellezza: anche lì dove, apparentemente, si nasconde. Anche sotto l’acqua.

Di queste parole sono fatti gli Ombrelli Parlanti.

Nacquero una sera del 2009, sotto un temporale interiore. Pioggia dentro. Battente.

Decisi che volevo trasformare quella pioggia. Come Serena aveva trasformato per me il silenzio.

Ed eccoli qua: ombrelli pieni di parole… eppure silenziosi. Con un preciso intento: andare sotto la pioggia ma carichi di sole.

A volte, come da bambina, faccio sogni buffi ed inutili e coltivo, come allora, “pensieri magici”: ed immagino un mondo dove tutti abbiano Ombrelli Parlanti, un mondo dove piove ma la pioggia non arriva anche dentro, piove fuori ma dentro sei sbronza di sole. Un pensiero bambino, lo so. Forse non si addice ad un adulto, persino studioso come me. Ma non importa: il sole è forse l’infantile metafora di una condizione interiore. Ma non è infantile la sua conquista e tutta la tribolazione che porta a partorirlo, ogni mattino, di nuovo.

971103_10151846724801245_1603582662_nIl “sole dentro” di cui gli Ombrelli Parlanti recano il messaggio non è la condizione di chi sorride alla vita nell’innocenza: l’innocenza di chi non conosce tormento e maledizione, fuga e dolore. Oh no: gli Ombrelli Parlanti conoscono il male ed il bene, il rischio della disperazione. Sicché nessuno mai pensi che il loro messaggio sia leggero come l’incoscienza, come l’inconsistenza di chi pensa che basti uno slogan per sorridere alla vita. Sappiamo bene che le parole non bastano e che non bastano gli ombrelli. Ma abbiamo bisogno delle une e degli altri. Semplicemente: per ricordare. Per fare memoria della pioggia che abbiamo attraversato e che ci ha forgiato. E così vale per tutti i dolori e per tutti i travagli: per il nostro, per quello degli amici di Piano di Fuga, per tutti quelli che, come noi, sotto quella pioggia stanno cercando di imparare a danzare.

Sfacciatamente, nonostante gli schiaffi in faccia. Oh sì, “sfacciatamente” è una parole bellissima: di chi non copre il volto ma lo alza verso quella pioggia che sembra maledetta. Ed esponendoti, spogliandoti, restando nudo e vero al suo cospetto, è allora che… la vinci.

No, il dolore non smetterà. Ma pioggia e pace coesisteranno. Perché il sole non sarà più dipendente dalle condizioni atmosferiche.

Ed è allora, da quella pioggia battente che tu hai battuto, spunterà un Ombrello.

Un po’ magico? Forse sì. Di quella magia per cui arriva un giorno in cui, persino, benedici che ha piovuto. Perché senza quella pioggia non avresti mai, mai imparato parole nuove. Parole di sole anche quando piove.

Ecco, è tutta qui la nostra storia, mia e di Serena, con gli Ombrelli Parlanti: di pioggia si muore.

Ma si può anche resuscitare.

Antonia Chiara Scardicchio   Per conoscere Chiara, qui una sua intervista.

Per info costi e acquisti: pianodifuga@libero.it

 

Ombrelli parlanti…ovvero ombrelli con aforisma … per parlare di te, per sorridere e per…affrontare la pioggia:-).
Colori attualmente disponibili: arancio, giallo, beige, azzurro, blu, verde scuro, rosso, viola, bianco, nero

SCEGLI QUI COSA FAR DIRE AL TUO OMBRELLO:
1. If the sun shines inside, what does it matter that it rains outside?!
1bis: la stessa in italiano: Cosa importa se fuori piove. quando dentro ho tanto sole?
2. Come la pioggia d’autunno è l’amore: cade piano ma fa straripare i fiumi
(proverbio africano)
3. Non temere. Anche il diluvio universale è finito. (ACS)
4. Se non ci fosse pioggia… non ci sarebbe vita (ACS)
5. FUORI PIOVE. MA DENTRO IO HO TANTO SOLE! (ACS)
6. Se solo lo volessi, potrei usare questo ombrello per volare (ACS)
7. Facile camminare quando c’è il sole. E’ quando piove che si misura l’amore. (ACS)
8. Son tutti bravi a parlare quando c’è il sole. Il coraggio si misura quando fuori piove. (ACS)
9. Un uomo lo si misura da come passa attraverso la pioggia (ACS)
10. “Senza fretta, ma senza sosta.”(Johann Wolfgang Goethe)
11.ANCHE SE QUI PIOVE…DA QUALCHE ALTRA PARTE BRILLA IL SOLE (ACS)
12 IL SOLE E’.. UNO STATO INTERIORE (ACS)
13 Se non ci fosse la pioggia…non ci sarebbero arcobaleni nelle pozzanghere (ACS)

ps: per info: pianodifuga@comunitasperanza.org

1,296 Visite totali, nessuna visita odierna

Lettera a mio figlio.

A MIO FIGLIO

(scritta nel secondo mese di gravidanza)

E ci sei figlio del cielo!

Nascosto, in silenzio, quasi a non voler disturbare questa mia debole vita tu, forte, ci sei e a breve sentirò il tuo battito d’ali dentro di me! Sarai con me finchè vorrai restare e nulla ti chiedo che tu non voglia sin da ora. Ascolta, figlio mio, non faccio promesse, perché da uomo che sbaglia e cade spesso, potrei non essere in grado di mantenerle.

Ascolta! Nonostante me, devi vivere! Devi tornare a compiere ciò che è stato interrotto un tempo, devi vivere perché al mondo ci sono cose meravigliose che hai visto e tornerai a vedere in una nuova forma ma nella stessa essenza. Tieniti forte a me, nutriti di me, usami come tuo guscio, ma vivi, vivi nonostante me e le debolezze dei miei anni.

Stai entrando nella mia vita in punta di piedi, e quasi non riesco ancora a sentire quella gioia grande che dovrà zittire il dolore di tutti questi anni di attesa. Quanti anni? Tutti gli anni che ho! Meglio sarà gioire un po’ per volta, come in un crescendo e sentirti arrivare pian piano, in modo da avere il tempo di allontanarmi dalla mia vecchia vita terrena e legarmi attraverso te alle mie vite passate e a quelle future.

Ti ricordi? Ci siamo incontrati così tante volte in sogno che alla fine non potevi non arrivare! Quanto ti ho chiamato! E quante volte ti ho perso, donato ad altri per aspettare ancora, ti ho tenuto infinatemente piccolo in una mano, ti ho visto steso sotto un lenzuolo bianco ritornato al Padre per compiere il tuo destino. Ed ora ci sei! Ed è un segno grande per me che nessuno può comprendere.

Ti aspettiamo con il cuore in mano. Ma sia quello che tu vuoi. Se deciderai di rimanere con noi o se ritornerai di nuovo a giocare con gli angeli, sarai e sei il figlio del Cielo.

La tua mamma, Tina.

FIGLIA DEL CIELO (Parole tratte da I Veda Mantramanjari)

Giorni notti, Buio Luce, Notti Albe, Danza senza fine
Aspetta ancora
Resta qui mentre sorge l’aurora
Rinasce il mondo, col primo sole
Appare lei e risplende più bella che mai
Non ha confini Figlia del cielo.
Aspetta ancora
Resta qui mentre sorge l’aurora !
Rinasce il mondo col primo sole
Appare lei e risplende più bella che mai
Non ha confini
Figlia del cielo

(I Veda sono i più antichi documenti dello spirito umano di cui siamo in possesso.)

fonte: http://tinafesta.wordpress.com/2010/08/16/lettera-a-mio-figlio/

2,289 Visite totali, nessuna visita odierna

Mercatino Invernale MOM – 12 Ottobre 2013

MERCATINO INVERNALE DELLE MOM – MATERA

SABATO 12 OTTOBRE – ORE 17,00 – 19,00Immagine

Ecco il nuovo appuntamento con il Mercatino MOM dedicato ai piccoli ed alle mamme in attesa. Il mercatino avrà luogo anche in questa occasione nel giardino di LIbro Mania, in Via Lucana a Matera.

In caso di pioggia i mercatino si effetterrà all’interno della libreria.

Ogni MoM che intende espporre la propria roba deve munirsi di tavolino, stuoia o altro appoggio per poter allestire la propria “bancarella”. E’ necessario presentarsi in loco alle 16,30 per l’allestimento.

Qualora si volessero donare giochi o capi di abbigliamento a MoM per la creazione di un fondo cassa per sostenere le iniziative organizzate dal gruppo, sarà presente una mamma che si prenderà in carico gli oggetti e ne gestirà la vendita a prezzo simbolico fino a fine mercatino. L’invenduto verrà donato a famiglie bisognose e al CAV (Centro Aiuto alla Vita) di Matera.

Con l’acquisto di alcuni oggetti e capi di abbigliamento sarà possibile contribuire al finanziamento di alcune sezioni di scuola dell’infanzia.

Il mercatino di MoM è anche on line su fb al seguente link https://www.facebook.com/groups/365977756806942/

La partecipazione è libera: liberamente, potete ringraziare chi ci ha ospitato acquistando un libro o regalandogliene uno che non vi serve più.

Info Tina 335 81 85 461

Immagine

Attenzione!

Per chi avesse intenzione di partecipare al mercatino MOM ecco alcuni suggerimenti:

Mettete da parte solo gli indumenti per bambini o preman invernali, non serve portare tutta la roba che avete. Controllate bene lo stato delle cose: a volte anche se le robine sono state messe da parte dopo un’attento lavaggio si ingialliscono. Anche se non avete il tempo di rilavare è bene conoscere in quale condizione sono.
I pezzi piccoli potreste metterli insieme ed offrirli in stock (calzine, body interni, etc).
Lo stesso dicasi degli abitini molto usati.
Per oggetti ingombranti il mio consiglio è quello di utilizzare il gruppo https://www.facebook.com/groups/365977756806942/ per aggiungere foto e far vedere quello che offrite.

Cercate alcune cose in particolare? Scrivetelo nei commenti al presente articolo.

1,062 Visite totali, nessuna visita odierna

Mercatino autunnale MOM – 13 e 14 settembre.

MERCATINOMERCATINO AUTUNNALE- W LA SCUOLA

MATERA

13 Settembre ore 17-19 –
14 Settembre ore 10-12

1277526_10200242689540974_1058885462_o(1)MoM – Mamme Materane all’Opera organizza un mercatino di vendita/scambio/regalo di articoli premaman e abbigliamento, giochi e altro dedicato ai bambini di 0-6 anni Il mercatino sarà ospitato presso il giardino di Libro Mania in via Lucana (Matera).

Ogni MoMvenditrice deve munirsi di tavolino, stuoia o altro appoggio per poter allestire la propria “bancarella”. Qualora si volessero donare giochi o capi di abbigliamento a MoM per la creazione di un fondo cassa per sostenere le iniziative organizzate dal gruppo, sarà presente una mamma che si prenderà in carico gli oggetti e ne gestirà la vendita a prezzo simbolico fino a fine mercatino. L’invenduto verrà donato a famiglie bisognose e al CAV (Centro Aiuto alla Vita) di Matera Con l’acquisto di alcuni oggetti e capi di abbigliamento sarà possibile contribuire al finanziamento di alcune sezioni di scuola dell’infanzia.

Il mercatino di MoM è anche on line su fb al seguente link https://www.facebook.com/groups/365977756806942/

La partecipazione è libera: liberamente, potete ringraziare chi ci ha ospitato acquistando un libro o regalandogliene uno che non vi serve più.

Info Tina 335 81 85 461

823 Visite totali, nessuna visita odierna