Archivio mensile:agosto 2015

Operazione spannolinamento, ovvero come divertirsi ad agosto.

Dopo tanto o troppo tempo riprendo la penna (tastiera) per raccontarvi simpaticamente la nostra operazione spannolinamento…

Allora,

metti un bambino di due anni nato a luglio, che sa conversare molto bene, metti una mamma con il desiderio di dire basta ai pannetti, metti un papà titubante ma convincibile, metti la comodità di togliere il pannetto in estate, metti una nonna che ti ripete “mo lo dobbiamo fare, altrimenti passa un altro anno!”, metti che a casa tua hai il parquet e non puoi permetterti di impregnarlo di pipì (perchè anche se santa, il parquet è più santo della pipì di tuo figlio!);

risultato: quest’anno ci riposiamo in campagna dai nonni e proviamo a togliere il pannetto!

“GIULIO, ADESSO TOGLIAMO IL PANNETTO E TU DEVI DIRE -MAMMA MI SCAPPA LA PIPI’- COSI’ LA FACCIAMO NEL VASINO.”

La prima conquista è farlo sedere sul vasino che odia, manco fosse una sedia elettrica… In casa siamo in sei intorno al baby piscione (mamma, papà, nonna, nonno, zio e zia), si creano due linee d’azione: le INTERVENTISTE (io e mia madre) che ogni tre secondi, vedendo che si tocca il pisellino, o anche non toccandoselo, incalziamo “Giulio, ti scappa la pipì?!”. E Giulio è bravissimo, risponde sempre “noooooooooooooo”, come se fosse già in grado di prenderci in giro. Noi ci facciamo una risata, lui continua a giocare e non si capisce mai quando gli scappa davvero. Ci sono poi i “NEUTRALISTI” che credono che il bambino sia stressato dalle interventiste e che forse è un po’ presto per lo spannolinamento, però tentar non nuoce. Ed eccoci qui che raccogliamo pipì, laviamo a terra, laviamo mutandina e scarpine, laviamo bambino per poi rivestirlo circa 5 volte al giorno… In tre giorni, devo ammetterlo, nessun successo! Sembra che il momento migliore per fare la pipì a terra sia proprio mentre noi siamo a tavola! All’ennesima mi lascio andare verso la collega interventista “quando dovremo considerare fallito il tentativo? Che dobbiamo fare?” Risponde mio padre neutralista “no, devi insistere!”; risponde mia madre interventista convinta “no! Devi insistere!” Risponde zio Nico, simpatico neutralista “si, devi insistere, poi a diciotto anni decide lui…” Ecco la nostra operazione spannolinamento, ovvero come divertirsi ad agosto!

Ringraziamenti speciali a spettatori e attivisti raccoglitori di pipì libere…

868 Visite totali, nessuna visita odierna

Life is now

La vita è strana. Così, proprio quando l’anima era ormai in pace e i progetti ruotavano tutti intorno al perfetto numero 3, è successo qualcosa.

Ho pianto ascoltando una canzone di Tiziano Ferro. Sono svenuta alla festa della Bruna. Guardandomi nuda allo specchio ho avuto un brivido. Mi è improvvisamente passata la voglia d’estate, di mare, di vacanze e di svago e ho avuto voglia di fresco, di Tricarico, di Natale.

Non avevo nemmeno bisogno di fare il test, me ne ho fatti 4. Da sola, emozionata e incredula, ho guardato e riguardato i risultati.

E si, perché ci sono cose possibili e facili e cose impossibili e difficili, almeno a detta dei medici. La mia seconda gravidanza era una di queste.

Fisicamente sto male come mai in vita mia, ma nel cuore ho la felicità di chi si sente un po’ miracolato e un po’ giustamente premiato per tutte le paranoie dell’ultimo anno.

Qualunque sia il motivo per cui questo bambino mi ha scelto come la sua mamma, mi sento comunque onorata e straordinariamente felice di vivere questa esperienza insieme a lui, al mio fantastico marito e alla mia guida spirituale, la mia life coach e motivatrice personale, babyb.

Il percorso è lungo e il 2016 è lontano. Ma la vita è già adesso.

1,413 Visite totali, nessuna visita odierna