veditela tu e il mese di marzo

Da quando sono disoccupata dormo molto,  ma molto più di quando ero un’impiegata. non dormivo così tanto dalle scuole elementari. Addirittura riposini pomeridiani che oscillano dalla mezz’oretta alle 2 ore intere. Mangio tanto e sto ingrassando. Sono molto felice, mi sento molto bene.

In tutto questo svaccamento senza ritegno guardo anche la TV. Il mio programma pomeridiano preferito è un reality che si chiama TEEN MOM. Ve lo riassumo in breve: ci sono delle ragazzine 16enni che rimangono incinte del fidanzatino del liceo di turno e si disperano. Le loro famiglie, soprattutto le madri delle 16enni in questione, anziché avere un dialogo normale ed essere di supporto in una situazione oggettivamente complicata dicono sempre: “se vuoi tenerti il bambino te la dovrai vedere da sola. Noi non  ti aiuteremo!” oppure ancora “questo bambino devi darlo in adozione. Tu sei piccola, devi fare la tua vita senza questo impiccio” oppure “se decidi di far nascere e di tenerti il bambino, puoi restare qui da noi ma pagando l’affitto e tutte le spese che vi riguardano ma il tuo fidanzato deve vivere da un’altra parte”.  e le povere 16enni a piangere sconsolate.

Ormai è tanto che vedo ‘sto programma, ma ogni volta mi scandalizzo come se fosse la prima volta. E mi chiedo sempre e vi chiedo ora, ma secondo voi è normale che una madre possa veramente dire e pensare cose del genere? Ci metto in mezzo tutte le attenuanti del caso: certamente 16 anni non è l’età giusta per diventare madri, certamente per un genitore è una delusione grande, certamente crollano le certezze ecc. ecc. però porca misera è tua figlia che è in difficoltà, è tua figlia che ha bisogno più che mai di un sostegno, di una guida, di una parola d’affetto. Le paranoie dei genitori ci stanno tutte, però dopo le paranoie non ho mai sentito un : puoi contare su di noi. Stai tranquilla, andrà tutto bene. MAI!

Penso sempre: e se mi trovassi io in questa situazione tra 14 anni? Che farei? Che direi? che madre sarei? Riuscirei a mettere da parte l’indignazione personale per stare vicina a mia figlia? Sono onesta e dico SPERIAMO CHE NON MI CAPITI MAI però il mondo va così. vedo i ragazzini sotto casa mia di notte fino a tardi in giro anche nei periodi scolastici, vedo ragazzine travestite da donne e ragazzini che parlano come scaricatori di porto (non si offenda la categoria) perciò onestamente penso che ad un certo punto della vita un genitore si debba aspettare una qualche delusione, di qualsiasi tipo.

Credo che un dialogo aperto e sincero senza nascondere la testa sotto la sabbia sia quello che possa salvare le famiglie da future sorprese shockanti. Ma non è detto.

Intanto mentre cerco le risposte alle mie domande e mentre aspetto il mio momento di essere madre di una teenager (che grazie a Dio è lontano), mi godo il mio tempo libero, l’infanzia felice di mia figlia e quest’altro autunno che sta per cominciare. E ovviamente oggi pomeriggio guarderò teen mom!

Buona settimana a tutti!

2,466 Visite totali, 2 visite odierne

4 pensieri su “veditela tu e il mese di marzo

  1. Iva

    Non aiutare ad una figlia in difficoltà è vergognoso, sopratutto in questi casi. Ma bisognerebbe pensarci pure prima che accadono… Se un genitore non ha mai parlato dei preservativi, della pillola anticoncezionale (a prescindere dal figlio maschio o femmina) che si può aspettare…? Ho notato, purtroppo, che il tema dei metodi anticoncezionali è molto tabù. Si dovrebbe parlare per prima in famiglia e poi a scuola. Quando frequentavo la seconda media ( provengo dalla Rep. Ceca) allora per prima volta venne la sessuologa per parlarci di tutto ciò che gira intorno alla sessualità. Per poi venire ogni anno consecutivo anche alle superiori. Vi parlo di 30 anni fa. L’adolescenza dei miei figli sta ancora in alto mare, ma l’intenzione di responsabilizzarli e istruirli sicuramente c’è.

    Replica
    1. amendolangela

      Iva sono totalmente d’accordo con te. in questo la nostra cultura catto-negazionista certamente non ha mai aiutato. spero che le carenze del sistema scolastico io le saprò colmare con mia figlia…staremo a vedere.

      Replica
  2. valeria

    Tra l’altro hai notato che le mamme delle adolescenti in questione sono tutte single ed ex ragazze madri?detto questo, cara Angela, attenta allo scaricatore di porto Rubino….(dillo a Bianchina)!

    Replica

Rispondi