Il percorso

Porto i miei piccoli in una palestra dove fanno un po’ di psicomotricità (fa figo detta così, in realtà ammazziamo il tempo!….no, no, ma che dico!?!? è molto utile! Ma certo che è utile!). Loro si divertono tanto e io mi ritaglio dello spazio anch’io per fare del moto.

A proposito, apro una parentesi promozionale, tanto lo spazio è mio e faccio quello che voglio. Se qualcuno è interessato, ne ho già parlato altre volte e lo ribadisco, si tratta della ginnastica mamma-bambino nata da un’idea mia e di altre mamme, portata alla realizzazione con le ottime insegnanti dell’Associazione Raggio di Sole.

Ci incontriamo tutti i martedì e giovedì alle 18.00 nella palestra dell’Istituto Olivetti a Matera (e dove sennò) e mentre i bimbi si intrattengono in una sezione della palestra, le mamme sono in un’altra per fare del moto anche loro. Questo 338 7092133 il n. da fare per avere ulteriori informazioni o per prenotare due sedute gratuite di prova.

Tornando a noi. Prendendo spunto da un esercizio che ho visto fare ai miei piccoli in palestra, ho riprodotto nel salotto di casa un tipico percorso ad ostacoli usando la fantasia e gli oggetti di casa: cuscini, coperte, palline… ed ecco il risultato.

foto 2 (15)

 

Sembra un campo di battaglia, in realtà vi assicuro che è molto più ordinato di come è il mio salotto in genere.

Ovviamente questo post non potrà mai essere seguito alla lettera ma vi serva da spunto per fare qualcosa di simili in casa vostra, con gli oggetti e gli spazi a vostra disposizione. Questo è quello che ho partorito io.

1. Il percorso comincia con una bella capriola.

foto 4 (11)

 

2. prosegue con superare saltellando due ostacoli, in questo caso si è trattato da due grosse costruzioni.

foto 5 (4)

3. è la volta del tunnel: bisogna mettersi sotto la coperta e attraversarla fino all’uscita.

foto 1 (14)
foto 2 (14)foto 3 (12)

4. si attraversa una casa (avendocela, altrimenti una scatola di cartone può essere utile), dentro la quale occorre trovare e prendere una pallina.

5. il gioco termina lanciando la pallina dentro il canestro
foto 4 (10)

Chiedo pietà per la non-qualità delle foto, ma non è stato facile incitare la mia bambina a fare il percorso, inneggiando alla sua impareggiabile bravura e contemporaneamente fare gli scatti. Mi comprenderete. Baci.

920 Visite totali, 2 visite odierne

Rispondi