L’asciugatrice: alleata ormai indispensabile nelle faccende di casa

Ormai in tutte le case “moderne” non può mancare. Ok, lavatrice, lavastoviglie… ce l’hanno tutti. La tendenza di questi ultimi anni è di riservare un posticino della nostra casetta anche ad un altro nuovo “aiutante”, indispensabile per molti (come me): l’asciugatrice.

Qui al Sud è arrivata da pochi anni. Grazie al nostro amato sole, che scalda e asciuga piuttosto rapidamente il nostro bucato anche nei mesi invernali, fino a pochi anni fa non era utilizzatissima. Ma ora che tutte noi casalinghe disperate l’abbiamo scoperta non ne possiamo più fare a meno.

All’estero il discorso è diverso, soprattutto a Nord dell’Italia l’asciugatrice è presente in tutte le case al pari della lavatrice. Loro non possono davvero permettersi di asciugare i panni all’aperto. Anzi, nell’Europa scandinava non esistono neanche i balconi, per non far raffreddare troppo gli appartamenti con quelle temperature gelide.

Io l’ho scoperta durante il mio soggiorno in Belgio e, complice il fatto che a casa mia non ho un balcone dove stendere, è finita, quasi quattro anni fa, dritta dritta nella mia lista nozze. L’ho posizionata sopra la lavatrice, visto che non ho molto spazio. Ovviamente entrambe hanno la carica frontale. Personalmente ho un’asciugatrice di marca Bosch con capienza di 8 kg di classe B. Io mi ci trovo molto bene visto che si autoregola il tempo di asciugatura in base al peso e ha un programma specifico per la lana.

Vogliamo analizzare vantaggi e svantaggi nell’uso di questo elettrodomestico?

Vantaggi:
1) E’ comodissima visto che prendi la roba così come sta nella lavatrice e la metti direttamente nell’asciugatrice. Sconsiglio di mettere la lana o capi delicati con i programmi “normali”. Personalmente mi è capitato di rovinare dei capi di lana, quindi non ci provate neanche. Non vanno messe anche le bavette plastificate visto che a quella temperatura la plastica si deforma e quindi la bavetta si rovina.
2) I capi escono morbidissimi. Soprattutto gli asciugamani. Sono una goduria. Ma anche slip, magliette di cotone. Tutte morbide e profumate.
3) Le asciugatrici classe A+ consumano davvero poco. Anche se costano tanto. A questo punto occorre fare un’analisi dell’uso per capire se conviene risparmiare qualche centinaia di euro prendendo una classe B. Personalmente utilizzo l’asciugatrice quasi a ritmo continuo di sabato e di domenica e ho una tariffa di energia elettrica che mi permette di pagare pochissimo nelle fasce serali e nel fine settimana e tantissimo di giorno e pomeriggio nei giorni feriali. Poi comprare un elettrodomestico di classe A per risparmiare e avere in casa solo faretti alogeni e non lampade a risparmio energetico o LED è un controsenso. Io con la classe B di asciugatrice e con gli altri elettrodomestici di classe A ho una bolletta abbastanza bassa perché in casa ho solo lampadine a risparmio energetico o LED e perché utilizzo gli elettrodomestici quando pago di meno l’energia elettrica.

Svantaggi:
1) I capi posso uscire un po’ stropicciati. Per questo consiglio di utilizzare il programma “stiratura con ferro” e di stirare (o piegare) i capi subito dopo che escono dall’asciugatrice. Il risultato sarà migliore anche in termini di tempo. In alternativa occorrerà bagnare i capi e stirarli inumiditi;
2) L’asciugatrice riscalda molto l’ambiente. E’ meglio non utilizzarla in estate. In inverno può essere un vantaggio visto che durante il suo operato è possibile non accendere il riscaldamento in quella stanza;
3) Se prendi una classe B, attenta ad utilizzare altri elettrodomestici contemporaneamente perché se no scatta l’interruttore.

Ok, non mi viene in mente più niente.

Se hai anche tu questo elettrodomestico e vuoi dire la tua, scrivila nei commenti. Così rendiamo questo post pieno di esperienze e partecipazione. Magari saremo di grande aiuto a qualcuna che vuole scegliere se prendere o no l’asciugatrice.

5,503 Visite totali, 2 visite odierne

6 pensieri su “L’asciugatrice: alleata ormai indispensabile nelle faccende di casa

  1. Sabrina

    La trovo comoda anche io, che dimenticati gli spazi siderali materani, per questioni di spazio ho dovuto pendere una lavasciuga… Nel bijoux di casa come in tante case storiche romane, purtroppo mancano i balconi e non sempre si può andare su in terrazzo, soprattutto d’inverno. Adoro tanto la morbidezza di spugne e biancheria, ma per ovviare ai fastidiosi capi aggrinziti (le camicie in primis), alcuni preferisco scaldarli parzialmente… o escluderli del tutto… con un occhio sempre al contatore. Il ciclo lavaggio è in classe A+, mentre l’asciugatura è classe B. Ci sto attenta e mi trovo bene. Sì, se dovessi, ricomprerei una lavasciuga.

    Replica
  2. lauragianna

    Un altro vantaggio dell’asciugare il bucato in asciugatrice, che ho riscontrato utilizzando quella recentemente acquistata da mia madre (e di cui io approfitto ;p ) è quello di rimuovere quegli odiosi pelucchi che molte volte non vengono via da lenzuola e roba intima nemmeno con i più potenti lavaggi ma solo con una bella sventolata al sole.

    Replica
  3. Clara Longo Autore articolo

    verissimo Laura. un’altra cosa che ho dimenticato di scrivere è che se non si vogliono capi molto stropicciati occorre non caricare molto l’asciugatrice. così i capi svolazzano di più durante l’asciugatura e sono meno compressi.

    sabrina, a me personalmente sconsigliarono l’acquisto della lava-asciuga ma parliamo di 4 anni fa e credo che le cose siano cambiate. anzi lo leggo dai vostri commenti 😉

    Replica
  4. renata

    vi prego rispondete al quesito di mio marito: meglio a “pompa di calore” o “a condensazione”??? così dopo i vs consigli…asciugatrice sia!!!

    Replica
  5. Ghella

    Io non capisco quale sia il problema della mia asciugatrice. Tutti contenti di questo acquisto, ma a me viene da piangere per quanto ho speso e per quanto è inutile. La roba esce bagnata. Il tecnico mi ha detto che dopo averla tirata fuori dall’asciugatrice devo stendere la roba sullo stendino per qualche giorno. Ma che sento ha?

    Replica
  6. Pollon

    Salve a tutte, anch’io ho da poco comprato un’asciugatrice e a dire il vero ancora stiamo cercando di fare conoscenza. Con biancheria intima, asciugamani e lenzuola singole finora tutto bene, il resto ancora non l’ho provato… Ho qualche timore. Voi come vi regolate? Cosa mischiate come tipologia di panni? Mi dareste qualche dritta?
    Ghella (spero tu abbia ormai risolto il tuo problema) non capisco il discorso del tecnico… Per me è assurdo! Un conto è non aver preso confidenza ancora con questo elettrodomestico e quindi non scegliere al meglio il programma più adatto, ma che i panni escano tutti bagnati e secondo il tecnico è una cosa normale è assurdo!!! Non sarà una macchina difettosa? Un saluto a tutte.

    Replica

Rispondi