Il figlio maschio

Ci sono i figli.
Poi ci sono i figlimaschi. 

I figli sono tutti uguali. Mai cosa è stata più sbagliata. Come si può dire che una bimba sia uguale ad un bambino?
Con una figlia ci giochi in un modo diverso che non con un figliomaschio semplicemente perché lei è la belladipapàlapiccolaprincipessalagocciadirugiadachecadedaunfiorellinodicampoallalbadiungiornodisolediprImavera mentre un figliomaschio é un figliomaschio. 

Sono cose diverse.

Il figliomaschio non lo desideri. Lo DEVI avere. Ti lascia un vuoto nell’essere padre se non ce l’hai. Una questione di nomi e cognomi di maschio della famiglia e di tichiami comeilnonno. 

Mannaggia a me che ho deciso di spiegare le cose anche se è chiaro che solo i padri capiranno questo post.
È tutta una questione di andiamo andiamoagioaareapallone. Sappiamo che finalmente con un figliomaschio avremo SEMPRE occasione di passare del tempo ed argomenti di discussione. Di condividere responsabilità e di tifare la stessa squadra. O la Ferrari.
Ma voi che ne sapete. Mica siete fglimaschi. 

Tirerà di destro o di sinistro giocherà in difesa o in attacco. Speriamo in difesa sai che bello una difesa a due con papà a calcetto? 
Nel figliomaschio vediamo la possibilità di realizzazione tramite il fenomeno folgorante del desiderio di emulazione del padre. Lo si vede dalla capacità di gioco. Me dai lo so che ha spaccato un vetro. Ma quello è maschio.

Cambiare il pannolino e fare uno sguardo compiaciuto dalla analisi del bambino che cresce dappertutto. Bravo bellodipapa’ piripiripi!
Come se dovesse imparare a sgrattugiarsi le palline a quattro mesi.

Che poi adesso lo dico che se a mio figliomaschio piaceranno altri figliomaschi a me non importa niente l’importante è che se la spassi.

Ora questo post è nato in un treno nel mezzo del nulla mentre torno a casa e prima di prendere un taxi, un bus e un aereo.

Ma questo post è per dirvi che i figlimaschi lasciate che li capiamo noi. Perché dei maschi non avete ancora capito tutto.

Sarebbe bello se Mauro venisse a prendermi in aeroporto, insieme al nonno Mauro. Figlio di mio nonno. Che si chiamava come me.

W il progresso. W il Duchino d’Auge. Un giorno tutto quello che vedi sarà tuo.

1,599 Visite totali, 2 visite odierne

5 pensieri su “Il figlio maschio

  1. Angela Minervini

    Ed ecco apparire mio marito che mi dice: “Sappi che se un giorno nostro figlio mi chiederà la Play Station io l’avrò già comprata”…

    Replica
  2. Voltaire

    Per fortuna ci sono anche uomini che riescono a parlare con le donne, anche quando sono figlie. Uomini che magari amano la pallacanestro più che il calcio, e quando all’ecografia hanno sentito che la piccola sarà “alta come il papà” l’hanno già vista palleggiare verso lo specchio (no, non lo specchio che si mette in mano alle bambine per insegnar loro che la prima cosa è essere belle principessine, quello che sta dietro il canestro).
    Per fortuna ci sono anche papà che se ne fregano delle questioni medievali di nomi e cognomi perché di cognome non fanno Hannover e neppure Asburgo e che piuttosto che rischiare di avere un figlio che si chiama Cosimandamien o Stacchicc hanno lasciato scegliere alla mamma il nome del maschietto prima di sapere il sesso, e adesso sono felici di poter scegliersi il nome della femminuccia da soli.
    Per fortuna ci sono anche persone che non danno valore alle altre persone in base al sesso a cui appartengono, a maggior ragione se queste persone sono i loro figli.
    Per fortuna mia figlia avrà un papà così.
    E per fortuna questo è un post ironico e divertente, perché se fosse serio, sarebbe offensivo per tutte le figliefemmine. Anche quelle cresciute da un pezzo.

    Replica
    1. Angela Amendolagine

      scusami Voltaire..credo che tu sia proprio fuori strada. non hai capito il senso del post, davvero ironico e scanzonato. conosco chi l’ha scritto, conosco il rapporto che ha con sua figlia,l’amore che ha per lei e credo di poter affermare senza ombra di dubbio, che di medievale in lui non c’è proprio niente.
      mio padre si chiama Stacchicc e se dovessi avere un figlio maschio spero di poterlo chiamare come lui. non perchè io di cognome faccia hannover nè perchè sono antica, ma perchè ci tengo. perchè amo mio padre e per me sarebbe motivo di orgoglio sapere che mio figlio porta il suo nome. detto questo…dove è andato a finire il senso dell’umorismo??

      Replica
  3. Pingback: La figlia femmina | Mamme Materane all'Opera

Rispondi