Cari Figli vi scrivo…

di Marisa Calciano

Ho scritto un quaderno per ognuno di voi, per raccontare le mie emozioni nel sentirvi crescere in me, per non dimenticare la sensazione di solletico, di battito d’ali che ho sentito nello stomaco nei vostri primi movimenti, a ognuno di voi regalerò i miei pensieri per raccontarvi quanta vita mi avete donato e quanta ricchezza avete portato in questa casa.

Ora siete con me e vorrei tenervi sempre così, piccoli con me!!!

1381428_10202058449573169_117786989_n

Sento la parola mamma mille volte al giorno e sento urlare mamma anche la notte mentre dormite, mi sento importante, unica e indispensabile per voi e sono felice vorrei darvi tutto quello che ho e cerco di essere la mamma migliore tra le imperfette!!!! A volte mi sembra che la giornata è troppo breve per poter fare tutto quello che vorrei … passiamo troppo tempo a correre ma spesso capita che mi fermo e mi isolo nel caos delle vostre urla e vi guardo … quanti occhietti … sono ricca sono una donna ricca di occhietti spiritati.

Gaia il primo grande amore della mia vita, ogni cosa era nuova con te, il tuo primo starnuto, il tuo primo sbadiglio ero incredula nel vedere che le cose più naturali erano così straordinarie fatte da te … ma come fai a saper fare queste cose senza che nessuno te le ha insegnate!!!! Con te tutto era difficile, avevo bisogno di consulti specialistici per ogni cosa e invece tu crescevi sola, brava, bravissima. Ricordo di aver pensato appena ti ho vista a un foglio bianco, pensavo cosa devo cominciare a scrivere? e invece ti sei impadronita della penna e hai scritto tutto da sola, quante cose mi hai insegnato Gaia tu non puoi immaginarlo, ho imparato più da te in questi pochi anni che in tutta la mia vita. Mi hai insegnato a prendermi meno sul serio, a guardare “la vita” con gli occhi di una bambina, a semplificare le situazioni. Tu che con la tua voglia di fare … “mamma oggi possiamo costruire …” mi hai insegnato a usare la colla e le forbici, mi hai insegnato termini come plastidecor e glitter … mi hai messa a fare i dolci … i biscotti, proprio a me che ero l’assaggiatrice ufficiale della mia famiglia e che non conoscevo la differenza tra farina 0, 00 ecc!!!!!
Tu che sei il mio grande amore e il mio amore grande non pensavo che avrei potuto amare qualcun altro quanto amavo te … e invece ecco arrivare Danilo ….

Danilo amore mio tu sei la mia ossessione e lo sai te lo dico mille volte, tu da un lato mi hai salvato la vita perché mi hai alleggerito i miei mille dubbi sulla crescita di Gaia e dall’altro mi farai morire di crepacuore. Tu sei monello, il monello per antonomasia, sei spericolato, rischi la vita a ogni movimento, lagnoso e piagnucolone e come ti muovi combini un guaio. Ma sei la mia ossessione ti ho in mente ogni istante giorno e notte, se sei vicino a me addirittura in braccio io ho paura che possa farti male, devo tenerti nel raggio della mia vista altrimenti ho paura di perderti, ho paura che tu possa finire sotto una macchina, sotto un albero o sotto un moscerino … per me è uguale! Sei un pazzo e per questo che ho questa forma di protezione fisica e psicologica perché ti fai sgridare da tutti … se potessi ti terrei in una stanza tutto per me e ti farei fare qualsiasi cosa … ma non si può! Al mondo non esistono occhi così grandi e ciglia così lunghe e folte … se tu mi guardi io sono ipnotizzata, totalmente andata. Sei monello monello monello ma sei il cucciolo più dolce e tenero del mondo!!!!

Marco tu sei il figlio della consapevolezza e dell’esperienza, tu sei il mio bambolotto, il mio gioco con te ogni cosa è divertente, è bella, è un gioco. Tu sei il mio Cicciobello in fascia, sei il mio Cicciobello che fa la cacca in bagno … io sono la mamma di Cicciobello con te. Tu per me parli mi guardi e io so già cosa vuoi. La gente mi chiede ” … e lui è bravo?” e io non so cosa rispondergli, Marco non piange lo tengo sempre in braccio, non voglio lasciarti, voglio tenerti sempre in braccio, mi piace mi piace portarti in fascia, mi piace mangiarti le guance, mi piace sentirti addosso, mi piace stringerti fino a che non piangi … Quando nasce un figlio conosci il vero amore quello puro quello che è indipendente da qualsiasi cosa, un figlio lo ami e basta … ma quando te ne nascono 3 questo amore è alla 3° potenza, l’amore di una mamma non si divide tra figli ma si moltiplica!!!!!!

Ora siete con me e vorrei tenervi sempre così, piccoli con me!!!

Mamma Marisa

1,891 Visite totali, 1 visite odierne

6 pensieri su “Cari Figli vi scrivo…

Rispondi