Da bambina a mamma…restando piccina nel cuore!

paciocchini
“C’era una volta o forse erano due…c’era una mucca un asinello e un bue….”
Sto ascoltando questa allegra canzone alla radio mentre sono indaffarata tra i carteggi del mio studio…….di là sento il mio cucciolo che gioca con la sua amata nonnina………improvvisamente, questa melodia mi riporta indietro nel tempo…….la vocina del mio bimbo rimane in sottofondo ma la musica mi trascina nei ricordi di un tempo che fu! Mi commuovo,………adesso, nel 2013, sono mamma….ma in quella estate lontana c’era una volta una ragazzina imbronciata e timida, che si vergognava da morire nel fare qualsiasi cosa; una bambina, innamorata persa di Alex Britti, che leggeva “cioè”: mi sembra adesso di sentire l’odore della carta stampata con i visi dei cantanti in voga……gli adesivi da attaccare sul diario……lo zainetto Seven con il portachiavi a forma di “smile”. Quante nottate perse ad immaginare di incontrare l’attore dei fotoromanzi, di scappare con il cantante……………quante giornate a scrivere dediche e pensieri sul diario delle compagne di scuola, promettendo amicizia eterna ed infinita fedeltà!
C’era una volta una bambina paffutella e impaurita che voleva scappare dalla gente e si rifugiava nella casa di Barbie…….una bimba che sognava una vita felice con Ken!
C’era una volta una bimbetta che piangeva perché voleva l’ultima edizione di Ciccio Bello e Sbrodolina bollicina!Una piccola donna fragile, insicura, piena di complessi ….quella bimbetta una volta pianse per 6 ore di file per avere il Dolce Forno………..e che meraviglia incantata il giorno di Natale, quando scarto’ il suo regalo prezioso: un bambolotto pacioccoso che aveva il pannolino e faceva DAVVERO la pipì!!!!!!!!!!!!!Quella bimba aveva il cassetto della sua cameretta piano dei Paciocchini: di ogni colore….era il suo tesoro più grande, inavvicinabile da parte di chiunque!!!
In un turbinio di emozioni, ricordo distintamente quel giorno nel giardino della scuola elementare: giocavamo a nascondino rigorosamente tra femminucce, mettendo al bando i maschietti…….con un femminismo innocente misto ad una convinta cattiveria puerile; la maestra Anna mi chiese: -“Ma cosa vuoi fare da grande?”-…….ed io, con la schiettezza disarmante di una bambina, -“la piccola”-, risposi! Le risate delle maestre risuonano vivide nella mia mente……………..-“però voglio anche fare la mamma”-, aggiunsi!
-“Ma come puoi fare la mamma da piccola??” -incalzò la maestra- Non risposi, scossa dalla eccezione che mi era stata mossa.
C’era una volta quella bambina che con i suoi bambolotti si sentiva felice e serena……Quella piccina impaurita dal modo adesso dov’è?-mi chiedo-E’ qui, dentro di me………….sono diventata adulta, ma quella piccina esiste ancora, gioca ancora, sogna ancora, sorride ancora. Quella bimba però adesso è mamma……ha un bambolotto stupendo da cullare che con i suoi occhioni immensi le ricorda ogni giorno il senso immenso della vita e le permette di vivere con fanciullesca felicità! Quella marmocchia ancora – di tanto in tanto- accarezza la sua collezione di paciocchini: quello che una volta era il suo tesoro nascosto, adesso è un gioco nelle minuscole manine del suo gioiello……mai quella bambina avrebbe creduto di essere tanto felice nel vedere un piccolo bimbo, un maschietto, torturare in ogni modo i suoi pupazzetti! Oggi so che è possibile essere mamma restando bambina nell’anima: sono bambina ogni volta che gioco con il mio tesoro, ogni volta che incrocio i suoi occhi, ogni volta che mi sfiorano le sue piccole dita..in quei momenti tutti i problemi, i doveri, gli impegni da grandi scompaiono e ritorna la spensieratezza dell’infanzia.
Care mamme: c’erano una volta, tanto tempo addietro, un esercito di bimbe capricciose ed idealiste: oggi sono diventate tante donne che – nonostante gli imprevisti della vita ed il suo amaro disincanto- restano, devono restare, sognatrici e piene di gioiosa speranza perché hanno avuto il privilegio di essere chiamate “mamma”!
Ecco, il mio piccolo Stefano mi sta chiamando: -“mamma, mamma, veni!!!!”-. Improvvisamente la canzone in sottofondo scompare…..nella mia mente solo lui…l’amore immenso della mia vita. -“Arrivo, cuoricino di mamma”-….tutto il resto è noia!
Maria Carmela

1,880 Visite totali, 1 visite odierne

3 pensieri su “Da bambina a mamma…restando piccina nel cuore!

Rispondi